Costolette di agnello con noce moscata: ricetta fortunata

costolette-agnello-noce-moscata
Sai che negli ultimi giorni di Auckland mi si è rotta l’agenda? Anzi, a dire il vero si è proprio aperta in due. Spaccata, spacciata.
Così imparo a prendere le cose su aliexpress. Questo me l’ha detto mio marito, ha ragione ma non lo ammetterò mai.
Anche perché io sono quella che vede il bicchiere sempre mezzo pieno. Si è rotta l’agenda? Vabbè, pazienza. No, in realtà stavo tirando giù i santi dal paradiso quando è successo, non sono così zen.

Però nella mia sfortuna sono stata fortunata. Si è rotta l’agenda venerdì sera. Sabato poi ci siamo fatti un ultimo giro in città dato che era il nostro ultimo we ad Auckland e cosa vedo? Uno store kikki k.
Ok, io non sono un’amante di planner e co. Ma questo era proprio lì e a me si era rotta l’agenda. Entro. Eccola lì, un’agenda gatta. Il mio amore, dopo le mie figlie, è per i gatti. Sembrava fatta apposta per me… e infatti dopo due minuti ero in cassa con l’agenda per me e gli stickers per Cecilia.

Ma non è finita qui… giriamo un altro po’ poi ci fermiamo per pranzo. Come una bambina tiro fuori il mio nuovo acquisto però vedo che non avevo una penna con cui scrivere quindi l’ho riposta, mio malgrado, praticamente subito.
Dopo pranzo camminiamo verso il porto, ci fermiamo a prendere un caffè in un posto che ci avevano consigliato e… di fronte un altro kikki k! Mio marito a questo punto era convinto che queste non erano semplici coincidenze mentre io non la smettevo più di ridere.
Ovviamente ho preso una penna. Non quella con i gatti ma una rosa, che era più seria 😉

La noce moscata è sempre stata considerata un portafortuna se ne facevano delle collane da portare come amuleto.
Lo sapevano bene i mercanti veneziani, visto che furono proprio spezie come la cannella, i chiodi di garofano e la noce moscata a fare la fortuna della Serenissima.

A me basta l’odore per sentirmi meglio e ho fatto queste costolette di agnello con noce moscata a fine di quella giornata fortunata.
Sono molto semplice, l’unica cosa che devi ricordarti di fare è girarle a metà cottura.
Le ho servite con il loro sughetto, arricchito da una spruzzata di noce moscata proprio prima di spegnere il fuoco.
Morbidissime, saporite e succose, e con tutto il gusto che è proprio dell’agnello. A chi non piace troppo per il suo sapore un po’ selvaggio posso dire di provare questa ricetta che ammorbidisce molto il sapore forte dell’agnello.

costolette-agnello-noce-moscata-architectoftaste

Costolette di agnello con noce moscata

800 gr di cotolette di agnello
50 g di burro
1 spicchio d’aglio
1/2 litro di brodo
1 cucchiaino di noce moscata
sale
pepe

In una casseruola fai rosolare nel burro l’aglio, quindi la carne, rigirando le cotolette da tutti i lati.
Aggiusta di sale e di pepe, quindi cospargi con la noce moscata.
A questo punto unisci il brodo, quindi fai andare a fuoco basso per mezz’ora, ricordando di girare le costolette dopo quindici minuti.
Togli la carne e fai ridurre il fondo di cottura aggiungendo altra noce moscata se ti piace.
Condisci le tue cotolette con il loro sughetto.

costolette-agnello-noce-moscata-fortuna

2 pensieri su “Costolette di agnello con noce moscata: ricetta fortunata

I commenti sono chiusi.