Ossibuchi alla birra

ossibuchi-birra
Ho ufficialmente dichiarato guerra agli occhiali da vista. Anzi, alle montature.

Era il lontano 2009 quando a forza di alzarmi con il mal di testa ho detto basta e sono andata dall’oculista. E infatti eccolo lì il problema. Da allora sono marchiata come miope e astigmatica che mi suonava tanto come una specie strana di talpa. Tornata a casa ho scoperto che avevo preso l’astigmatismo da mia madre e la miopia da mio padre. Ovvio, della serie come non farsi mancare nulla!

Ma è stato il giorno dopo che è iniziato il calvario con le montature. Non mi ero mai posta il problema di un occhiale che doveva andare bene su qualsiasi capo di abbigliamento e non mi stufasse dopo poco tempo. E qui le dolenti note perché io ero quella che cambiava occhiali da sole ogni 6 mesi.
Sai quanto ci ho messo per scegliere una montatura che mi piacesse? Una settimana. E mi sono girata tutti gli ottici della mia zona.
Il modello prescelto aveva lenti rettangolari strette e lunghe, montatura in allumino e plastica bianca.

E dal 2009 non mi ha mai stufata, il che ha dell’incredibile. Ma è successo il “fattaccio”. La plastica ha fatto le bolle e si è crepata la verniciatura lasciando scoperta una stanghetta. Quindi devo cercarne un altro paio dato che semino pezzetti bianchi come tocco gli occhiali!
Ho voglia pari a zero di rifare il giro degli ottici e sono tentata di entrare in quei negozi enormi e perdermi lì dentro. Ma non so se prendere un’occhiale simile ai miei oppure cambiare drasticamente. Accetto consigli e pareri!

Per quanto riguarda questa ricetta, nata come variante al classico stinco alla birra, devo dire che ne sono rimasta particolarmente colpita. Non solo la carne risulta tenerissima e molto saporita, ma rimane di una scioglievolezza unica e si taglia con la forchetta! Il riso poi lasciato semplicemente cuocere nel brodo della carne, rimane l’accompagnamento più indicato, senza appesantire il piatto.
ossibuchi-birra-architectoftaste

Ossibuchi alla birra

2 ossibuchi
1/2 litro di birra chiara (io menabrea)
3 carote
1 spicchio di aglio
rosmarino
salvia
timo
alloro
bacche di ginepro
olio evo
sale
pepe

Pesta in un mortaio il pepe e le bacche di ginepro e taglia a rondelle le carote.
Riscalda in una pentola di coccio l’olio, le erbe, le spezie pestate, l’aglio, e le carote.
Preriscaldare il forno a 200°.
Rosola gli ossibuchi per qualche minuto, poi unisci la birra, il sale e il pepe. Trasferisci la pentola di coccio senza coperchio nel forno a 200° e lasciala per circa 10 minuti.
Metti il coperchio e abbassa la temperatura a 160°.
Cuocere per 2 ore circa, girando gli ossibuchi dopo la prima ora.

ossibuchi-birra-riso

14 pensieri su “Ossibuchi alla birra

  1. Daniela ha detto:

    Lenti a contatto? Mio figlio che odia gli occhiali, porta quelle.
    Gli ossibuchi con il riso in bianco di contorno, sono un piatto classico che adoro 🙂
    Un bacio

  2. Veronica ha detto:

    Io cambio la montatura ogni 3 anni però il modello è sempre simile al primo che mi calzava a pennello!!! Ti consiglio di prendere una simile alla tua, quanto alla ricetta io adoro la birra nella carne quindi ricetta salvata e in cima ai piatti da rifare. Baci cara

    • arianna ha detto:

      Si infatti è quello che alla fine farò. Almeno per ora sono di questo avviso.
      Baci anche a te!

  3. ziaConsu ha detto:

    Oggi sono di poco aiuto..non ho mai portato gli occhiali e sono sicura che all’idea di scegliere una montatura andrei in tilt! Pensa che ho problemi solo a scegliere quella degli occhiali da sole!!! Ormai ho trovato la mia forma e guai a cambiarla, quando li devo sostituire li misuro con quelli vecchi 😛
    L’ossobuco lo mangiavo quando ero piccola poi più niente…mi sa che devo riassaporarli con la tua ricettina ^_^
    Buona serata Ari <3

  4. tizi ha detto:

    sai che ho mangiato per la prima volta l’ossobuco nemmeno un mese fa, e mi è piaciuto molto? proverò questa tua ricetta, mi ispira l’abbinamento con la birra 😉
    io con gli occhiali ci ho convissuto stabilmente dai sei ai tredici anni, e tutt’ora li porto a volte ma per la maggior parte del tempo indosso le lenti a contatto… una volta che ti abitui sono comodissime!
    buona giornata cara 🙂

    • arianna ha detto:

      Ma davvero? Vedi, perfetta questa ricetta allora 😉
      Per le lenti a contatto non sono per niente convinta, alla fine devo portare gli occhiali solo davanti al monitor 😉

I commenti sono chiusi.