Onigiri

onigiri-svezzamento
Mi sto preparando mentalmente a proseguire lo svezzamento anche in viaggio. Sarà impegnativo ma alla fine partendo dopo l’anno di Conrelia, non sarà poi così drammatico.

Per mia fortuna la pupa in questione non ha mai fatto grandi facce schifate, è una vera buongustaia che si spazzola sempre con grande gusto quello che uno le propone. E anche se una cosa non le piace alla fine la mangia lo stesso. Quindi no, non sono preoccupata per Cornelia.

Quello che un po’ mi da pensiero è la diversità. La pasta ormai lo so, la trovi ovunque anche se di sapori leggermente diversi e spesso a costi proibitivi. Anche frutta e verdura trovi ovunque, stesso discorso per quanto riguarda la bontà dei prodotti ma non penso la situazione sia tanto differente da qui a Milano dove i fruttivendoli tendono sempre a esagerare con i prezzi esposti.
Carne e pesce? Stesso discorso. Ma i pesci saranno differenti quindi sperimenteremo una dieta di pesci oceanici, chissà come saranno.

Poi in Australia e Nuova Zelanda c’è una vera passione per il bbq e, nonostante noi partiremo che lì è autunno, non mancherà l’occasione di sperimentare anche quello! Per quanto riguarda il Giappone invece vado sul sicuro, è una cucina molto sana e sono certa non mi deluderà. Un’altra cosa sarà cercare di capirci qualcosa al supermercato. Manca poco più di un mese alla partenza, sono così emozionata, non vedo l’ora!

E tanto perché era un po’ che non mi compravo qualcosa di inutile per la cucina ecco che ai miei attrezzi si è aggiunto lo stampo per gli onigiri.
E così abbiamo fatto un pranzo nipponico in famiglia 😉

onigiri

Onigiri

 100 gr di riso
a scelta:
frutta lessa
verdure lesse
pesce lesso
Prendi il riso e mettilo in una ciotola, versa sopra dell’acqua e sciacquarlo più volte, finché l’acqua non rimane trasparente.
Trasferisci il riso in un tegame, poggia la mano sul riso con il palmo in giù, e versa l’acqua fino a sfiorare la superficie  del mignolo.
Sistema il tegame a fuoco medio e da quando il riso inizia a bollire, abbassa la fiamma e cuoci per 10 minuti, senza mai alzare il coperchio. Poi spegni e lascia riposare per 5 minuti.
Forma gli onigiri con il ripieno che hai scelto formando dei triangoli con l’aiuto delle mani e mettendo un cucchiaino di ripieno al centro di ognuno.

onigiri-architectoftaste

17 pensieri su “Onigiri

  1. Veronica ha detto:

    Che bello mi raccomando facci partecipi della tua nuova avventura!!! Gli onigiri ho sempre voluto farli !!! Mi sa che l’ attrezzino lo compro anche io. Buona Pasqua cara a te e famiglia

  2. annalisa ha detto:

    Che meraviglia il vostro viaggio mi aspetto tante foto e un ricco reportage!!! E ne approfitto per augurare a voi tutti una Serena Pasqua!! Ciaoo Arianna ^_^

  3. ipasticciditerry ha detto:

    Io non li conoscevo … infatti mi dicevo leggendo: onigiri? Ecco, ora so cosa sono. In Australia si mangia bene, grandi carni e pesci bbc, fritti o in umido. Tanta verdure, perlopiù cruda. Perfino i piselli, i cavoli, i fagiolini … crudi. Un pesce che ho trovato molto buono è il barramundi, una carne soda e molto saporita. Non sei impaurita all’idea di abbandonare tutto? Io mi sarei già fatta prendere dall’ansia. Buona Pasqua dolce Ari, un bacio a te e alle piccole

    • arianna ha detto:

      Ah ah ah l’ansia c’è ma non per abbandonare tutto ma per il volo, io ho il terrore degli aerei 😛 ma devo farmi forza e pensare alle pupe, sono la mia ancora!

  4. ziaConsu ha detto:

    Un mese vedrai che vola 🙂 sono emozionata con te e sono certa che non avrai problemi ad adattarti ad una cucina un po’ diversa, la tua fantasia ti aiuterà moltissimo anche a farla piacere alle tue bimbe ^_^
    Golosissimi i tuoi onigiri, non sapevo esistesse uno stampo x farli 😛 quello mi manca 😛
    Ne approfitto x lasciarti i miei migliori auguri di serena Pasqua <3

  5. Daniela ha detto:

    Non conoscevo proprio gli onigiri…
    Mi stai emozionando con i tuoi racconti dei preparativi 🙂
    Un bacio e tantissimi auguri di Buona Pasqua a te e alla tua famiglia.

  6. simona ha detto:

    che bello vai in Giappone, il mio sogno!!!! sarà meraviglioso, come questi onigiri, perfetti! Bravissima. Un bacione a presto

  7. tizi ha detto:

    che carini questi onigiri! hanno una forma perfetta! tra l’altro giusto l’altra sera stavo considerando quando siano esosi i prezzi dei take away giapponesi e penso che presto inizierò pure io a prepararmi in casa sushi, nigiri & co… o quantomeno, vorrei provarci 😉
    un abbraccio cara, non vedo l’ora di sentire i primi racconti di viaggio, d’altronde un mese vola e presto sarà il momento! 🙂

    • arianna ha detto:

      Sì, è vero, i prezzi del cibo giapponese spesso rasentano il ridicolo. Fatti un giro su amazon per gli strumenti del mestiere 😉

I commenti sono chiusi.