Cosce di tacchino al bbq

Il mio amore per i Weber. Tutti i Weber, da quello che ho sposato a quello che ho sul balcone.
Ebbene sì, il mio cognome da sposata va a braccetto con la nota marca di barbecue. Non solo, il weber lo usa solo il Weber di casa.
Eh sì, amo tanto le mie pentole ma con i barbecue sono una frana. Anzi, con il fuoco sono una frana.
Se mi avvicino al camino partono i lapilli. Se mi avvicino al barbecue carbonizzo qualcosa. Attiro più fiamme io di un demone!
Eppure il fuoco mi affascina, mi ha sempre affascinato e in casa nostra, da quando sono bambina, c’è sempre stato un camino acceso il inverno. Ma, nemmeno fossi una falena, è meglio che io ci giri a largo!
Per questo al corso di bbq è andato mio marito e non io. Anzi, ha detto che c’erano più uomini che donne. Io sono ancora scettica su questo punto, manco fossimo in America, dove solo i “veri uomini” grigliano la carne. Parola mia, ho dovuto litigare con più di un americano convinto che le donne non dovrebbero avvicinarsi ai weber. Mah. Si vede che non hanno mai assaggiato la carne cotta da mia madre. Ma questa è un’altra faccenda!
Qui si parla del mio Weber e del suo modo di cucinare nei week end.
Un giorno a settimana si arma di carne, grembiule e parte con una sperimentazione.
Finora sono tante le ricette provate e, a parte le costine che le fa decisamente troppo piccanti per i miei gusti (però Cecilia le mangia… ma stiamo parlando di una bimba che ruba le palline di wasabi al padre quindi non fa testo!), devo dire che è bravo.
E come cucina il tacchino… lo ammetto, è uno dei miei preferiti. E il week end passato ho voluto immortalare il coscio, perché merita, davvero.
La carne rimane molto succosa e morbida, l’affumicatura è leggera, colora la carne di rosa e si sente tanto nell’odore, come piace a me. E la pelle poi… croccantissima!
Per questa ricetta ha usato una leggera marinatura di qualche ora nella birra, a mio avviso è stata quella a rendere la carne ancora più succosa.

Cosce di tacchino al bbq

marinatura (8h)
olio
aceto di vino bianco
succo di limone
birra
Cuoci a 150° con affumicatura nella prima fase di cottura. Lascia per circa 2h, finché la temperatura sarà 85°C al cuore.

10 pensieri su “Cosce di tacchino al bbq

  1. saltandoinpadella ha detto:

    In casa mia invece sono solo gli uomini che fanno il BBQ, è una tradizione. Praticamente mio padre non si cuoce neanche un uovo, ma il caminetto è suo e solo suo. Il brutto è che cuoce la carne come piace a lui, cioè cruda e non c’è niente da fare. Anche se gli dici che la vuoi più cotta lui dice che no, non si può, altrimenti si rovina la carne.
    Qua a Bologna invece purtroppo non abbiamo il camino e neanche un terrazzo, quindi niente griglia. Peccato perchè adoro la carne alla griglia, altro che la padella

    • arianna ha detto:

      Ah ah ah ^^ tuo padre andrebbe d’accordo con mio marito! Farebbero proprio una bella coppia al BBQ!
      Peccato per la rinuncia della carne alla griglia, però sono certa che hai trovato ottime alternative!

  2. Veronica ha detto:

    Gli uomini hanno un vero e proprio amore per il bbq mio padre arrostisce per scaricare i nervi 🙂 tuo marito è’ proprio bravo , la cottura del coscio è perfetta . Complimenti anche per la nuova veste del blog !!

    • arianna ha detto:

      Grazie dei compliemnti ^^
      Io penso che in fondo anche mio marito arrostisce per scaricare i nervi però 😉

  3. ConUnPocoDiZucchero Elena ha detto:

    ecco mia cara Ari io risolvo il problema non avendo il BBq e nemmeno il camino! Quindi solo il mio bel papone mi vizia con la griglia, ma devo andare da lui a cena! 😀
    cmq queste cosce di tacchino sembrano deliziose, davvero. Mi sa che qst lezione è fondamentale! 😉

    • arianna ha detto:

      A quanto sembra tutti i papà hanno l’esclusiva sulla carne alla griglia! Che cosa buffa ^^

I commenti sono chiusi.