Composta di pera

Se c’è una cosa che mi piace dell’essere mamma è vedere i progressi.

Con Cecilia è stata tutta una scoperta, seguivo con ansia ogni tappa e avevo sempre un occhio su tabelle e siti che comparavano l’età agli sviluppi.
Sarà che ero mamma per la prima volta, ma quei valori e le tappe, bruciate o no, mi hanno messo un po’ di ansia e sto cercando di non ripetere gli stessi errori con Cornelia.
Mi sento più rilassata senza dovermi confrontare e poi il confronto a cosa serve? Lo sto scoprendo con lei, così diversa dalla sorella.
Dunque, Cornelia e i suoi progressi.
Tutta la faccenda di pappa, cucchiaino e seggiolone: passato l’entusiasmo del primo giorno, è alquanto discutibile. Mentre mi avvicino col cucchiaino lei punta alla ciotolina con quelle manine scoordinate, provocando l’immancabile rovesciamento del contenuto su tutte le superfici presenti nel raggio di un metro dal seggiolone.
I suoi tentativi di gattonare, alquanto discutibili. Inutile provare a farle vedere come si fa, sperando nei neuroni specchio, l’evoluzione non funziona così. Quindi lei, sdraiata di pancia, ruota. Oppure si inarca e punta i piedini, segue un lamento di frustrazione con la testa incassata nel tappeto, una valutazione della distanza rimanente dall’oggetto desiderato e via da capo. Ti giuro che è instancabile.
Però sono i suoi tempi, le sue tappe, le sue prime conquiste. Mi piace guardarla, mi piace stare ai suoi tempi e mi godo il momento.
Per la seconda pappa, che già so andrà a finire ovunque ma la sto prendendo con filosofia, ho scelto la pera. Con l’aggiunta dolce della vaniglia.
Lo so, la sto già viziando però mi piace pensarla come un tentativo di farla diventare una piccola gourmet. A sei mesi. Perché no?
Comunque pera e vaniglia per lei, mentre per la versione “Cecilia” ho voluto provare ad aggiungere miele per un sapore caramellato. Levata la parte per Cornelia ho quindi aggiunto 2 cucchiai di miele.
Il risultato? E’ piaciuto a Cornelia e ai mobili nei dintorni. Cecilia se l’è divorato chiedendo cosa preparavo domani per Cornelia. Direi che questo svezzamento piace 😉

Composta di pera

(per 5 porzioni)
6 grandi pere (Bosc, Bartlett, Williams)
vaniglia

Lava e sbuccia le pere, quindi tagliale a cubetti.
Metti le pere in una casseruola, copri con acqua per metà della frutta e porta ad ebollizione.
Cuoci, scoperto, a fuoco medio per 15 minuti.
Schiacciale per ridurle in purea.
Questa composta sarà più gustosa se si aggiunge la vaniglia mentre le pere stanno cucinando.
Con un coltello, apri la vaniglia e rimuovi i semi. Mettili nel tegame con le pere ma ricordati poi di rimuoverli prima di fare la purea.

Pear compote

Makes 5 servings
6 big pears (Bosc, Bartlett, Williams)
1 vanilla bean

 

Wash and peel the pears, remove the cores and any spare seeds, then cut the fruit into cubes.
Put the pears into a saucepan, cover the fruit halfway with water, and bring to a boil. Cook, uncovered, over medium heat for 15 minutes. When done, 3 or 4 tablespoons of liquid should remain.
Make sure the pears are well cooked before blending them to obtain a smooth compote.
This purée tastes even better if you add a vanilla bean while the pears are cooking. With a knife, open 1 vanilla bean lengthwise and scrape it to remove the seeds. Throw the seeds into the saucepan along with the open bean. Before blending, remove the bean.
For a caramelized flavor, add 4 tablespoons of honey 2 or 3 minutes before removing the pears from the heat. Stir the honey well once added so it doesn’t stick to the saucepan.

4 pensieri su “Composta di pera

  1. conunpocodizucchero Elena ha detto:

    non vedo l'ora che Ludovica nasca cosi da poter condividere con e queste gioie! E farmi guidare nelmondo delle mamme da te che mi piaci così tanto nel rapporto con le tue figlie!!! Ovviamente anche io vorrei autoprodurre papppe e simili quindi ci riaggiorniamo a 6 mesi! 😀 un bacio grandissimo!!!

I commenti sono chiusi.