Ghiaccioli latte e marmellata

Io e Doctor Who. Amore e odio.

Forse con questo post scatenerò le ire dei fan più sfegatati della serie o forse troverò chi la pensa come me.
Non lo so, è un salto nel buio. Ma qualcuno deve spiegarmi il perché. Perché guardiamo Doctor Who?
La trama ormai la sanno anche i muri: il Dottore è un alieno della razza dei signori del Tempo, può vantare tredici vite, che lo cambiano radicalmente nell’aspetto e nel carattere ma non nell’indole e nei ricordi; viaggia nel tempo e nello spazio a bordo di un’astronave a forma di cabina telefonica chiamata T.A.R.D.I.S. e coinvolge ogni tanto spesso nelle sue avventure una donna un membro della razza umana.
Premessa: personalmente ho visto solo la prima stagione (finita proprio ieri sera).
Però sono iniziate le domande a cui non so darmi risposta:
1) Ma quanti paradossi temporali avrà creato ‘sto tizio in 900 anni che va in giro a far casini?
2) In base a cosa cambia alcuni avvenimenti si e altri no?
3) Ma come ha fatto a restare vivo per 900 anni?
4) Perché non riporta Rose a casa esattamente un secondo dopo la partenza?
E per dirla tutta, ho trovato estenuante la mancanza di uno scopo al vagare del Dottore. Viaggia a caso, finisce in un epoca dove capita qualcosa di brutto e vi ci pone rimedio. Della serie Murder, she wrote.
Perché? Perché ho la sensazione di aver visto la Melevisione della fantascienza? E perché voglio vedermi anche la seconda stagione? Mistero.
Un mistero svelato è invece la ricetta di oggi, preparata per una merenda fresca. La merenda fresca è giustificata dal fatto che Cecilia ama le cose fredde tanto quanto odia quelle calde. Non saremo mai d’accordo sul tè pomeridiano quando crescerà, ma questa è un’altra storia.
Quando ho tirato fuori i ghiaccioli di Halloween, preparati un po’ di nascosto mentre era all’asilo, è letteralmente impazzita! Ho fatto la misteriosa finchè non li ha addentati,e lì ha subito riconosciuto i sapori.
Sono così facili da fare che è quasi imbarazzante scrivere la ricetta. Il sapore è molto dolce, la marmellata volendo si può allungare con un goccio di latte per renderla meno compatta e l’unico limite a questo ghiacciolo è la fantasia. Il prossimo voglio farlo con il latte di mandorla e una marmellata di agrumi, vediamo come va l’esperimento.
Ovviamente prima mi vedo un altro episodio di Doctor Who. Ovviamente 😉

Ghiaccioli latte e marmellata

300 gr di latte intero o scremato
5 cucchiai di marmellata di frutti rossi
3 cucchiai di zucchero di canna
Mescola il latte con lo zucchero di canna. Disponi negli stampi da ghiaccioli un po’ di latte, poi metti in freezer per un paio di ore.
Trascorso il tempo aggiungi la marmellata, il resto del latte e inserisci lo stecco. Riponi in freezer per 8 ore circa prima di potere mangiare i ghiaccioli.

Icicles milk and jam

300 g of whole milk or skim
5 tablespoons of jam of red fruits
3 tablespoons brown sugar
Mixes milk with sugar cane. Arrange the molds from icicles some ‘milk, then put in the freezer for a couple of hours.
After this time add the jam, the remaining milk and add the stick. Put in the freezer for 8 hours before being able to eat popsicles.

4 pensieri su “Ghiaccioli latte e marmellata

  1. veronica ha detto:

    Io sono l unica che non ancora visto la serie e sinceramente non mi interessa così tanto invece sono deliziosi questi ghiaccioli perfetti per la merenda di Halloween

I commenti sono chiusi.