Polpettone al sugo con patate

Come ultima ricetta per la nostra via dei sapori non poteva mancare uno dei piatti preferiti di mia figlia che fanno parte della cucina povera italiana: il polpettone!
Anche di questa ricetta ne esistono diverse varianti e io per prima nel mio blog ne ho un bel numero, per lo più ricette da forno. Ma il polpettone in pentola ha il suo fascino. Sarà quel profumo che invade casa, sarà per la cottura che lo rende più “morbido”, sarà per una qualche strana alchimia ma fra i tanti modi di preparare il polpettone questo rimane il preferito di Cecilia.
Ma torniamo al polpettone italiano, ricetta nata in quel periodo dove, mancando i frigoriferi, si presentava la questione di consumare gli avanzi di carne e per non sprecarli si era soliti tritarli e mescolarli ad altri ingredienti, come il pane ammorbidito e le uova.
Con gli anni la ricetta base è rimasta la stessa, quello che è cambiato è il modo di cottura, che varia da regione a regione, e gli ingredienti per farcirlo e accompagnarlo.
Io ho preferito la versione di mia nonna, anzi quella della mia bisnonna, che lo faceva povero, senza nessun ripieno, e con le sole patate di accompagnamento.
Io nell’impasto del polpettone sono solita mettere le spezie e gli aromi che tengo sul balcone, nonché usare i bulbi che tengo sott’olio. Ecco, mentre mettevo tutti gli ingredienti in fila (per non doverli poi prendere all’ultimo minuto) mi sono accorta che il barattolo dove tengo la cipolla era aperto. Tutta la cipolla da buttare perché la parte sopra ammuffita (e non vi dico cosa ho fatto per svuotare e lavare il barattolo poi!). Mi consolo, ho il cubetto di “magia d’aromi”, così finalmente lo provo. Esco sul terrazzo a prendere il prezzemolo e… secco. Con il vento che ha fatto è caduto, l’irrigazione quindi non ha funzionato e chissà quanti giorni è che è senza acqua. Per quello non sono stata così zen, lo ammetto. Tornata in cucina vado a prendere il cubetto di cipolla e mi cade l’occhio sui pacchettini vicino: uno di aglio e uno di prezzemolo. Ho preso quello del prezzemolo e mi sono fidata del mio istinto anche se il dubbio che venisse molto salato l’ho tenuto (ben nascosto) finché non l’ho assaggiato.
Uno nell’impasto del polpettone e uno nel sugo. Risultato: buonissimo! Mai avrei creduto non si sentisse la differenza dai prodotti freschi e sopratutto come sale era perfetto.
Le persone (ed io per prima) tendono ad apprezzare i cibi il più versatili possibile e per questo motivo ho trovato in questi mini dadi dei preziosi alleati. Ne terrò una piccola scorta, sono davvero comodi sia per formato che per facilità di utilizzo, ve li consiglio.

Polpettone al sugo con patate

1 kg di carne trita
2 uova
120 gr di parmigiano
Pane raffermo
Pepe
Pangrattato
Olio evo
“magia di aromi – cipolla” knorr
“magia di aromi – prezzemolo” knorr
1 bicchiere di vino bianco
1 l di passata di pomodoro
1 kg di patate
Mescolare la carne trita con il parmigiano grattugiato, le uova, unire il pane raffermo ammollato, pepe e il cubetto sbriciolato di prezzemolo.
Stendere questo composto su un foglio di carta forno e compattarlo bene, dandogli la forma.
Mettere quindi il polpettone, spolverizzato con il pangrattato, in una pentola con il cubetto sbriciolato di cipolla e il vino e farlo rosolare su tutti i lati per circa 10 minuti.
Tagliare le patate in quarti.
Aggiungere la passata di pomodoro, le patate e far cuocere a fuoco medio per circa un’ora.

Meatloaf sauce with potatoes

1 kg of ground beef
2 eggs
120 grams of Parmesan
stale bread
Goes Up
pepper
parsley
bread crumbs
extra virgin olive oil
1/2 onion
1 cup white wine
1 l of tomato sauce
1 kg of potatoes
Mix the ground beef with the grated Parmesan cheese, the eggs, add the soaked bread, salt, pepper and parsley.
Spread this mixture on a sheet of parchment paper and compact it well, giving it the shape.
Then put the meatloaf, sprinkled with breadcrumbs in a pan with the onion and wine and brown it on all sides for about 10 minutes.
Cut the potatoes into quarters.
Add the tomato sauce, potatoes and cook over medium heat for about an hour.

8 pensieri su “Polpettone al sugo con patate

  1. DarkRose ha detto:

    Ne faccio uno simile ma in versione porzione individuale, di solito ne servo due a testa con contorno di piselli o funghi, questa cosa di accompagnarlo con le patate, tipo spezzatino, mi piace molto! Me ne ricorderò la prossima volta =)

I commenti sono chiusi.