3 anni: festa “Trilli”

Ho sempre adorato le feste. Sarà perché trovo ci sia un’emozione nell’attesa, una gioia nel ricevere, che mi viene naturale organizzare per il compleanno di Cecilia una festicciola.
In realtà non abbiamo fatto nulla di complicato: un semplice sabato sera a casa nostra con una serie di amici. Però ho voluto che ogni cosa fosse magica. Le decorazioni, i piatti e il regalo finale. Il tutto organizzato in una settimana, con il rallentamento della pancia e con la complicità di una bimba aiutante.
A dire il vero circa un’ora prima di allestire ho mandato papà e pupa a lavarsi e vestirsi, quindi Cecilia quando è tornata in sala l’ha trovata tutta decorata e la mia fatica è stata cancellata dalla risata e dall’urlo di gioia di quando è entrata. E la cosa meravigliosa, è che so esattamente cosa ha provato.
Quest’anno il tema della festa era ben chiaro fin da gennaio e sono diventata matta per cercare qualcosa di originale e “fataloso” come dice Cecilia!
Quindi festa in tema “Trilli” con un menù vegetale per attenersi ai gusti delle fate.
Mi sono messa alla ricerca di tutte le immagini dei personaggi del cartone animato, poi ho cercato le sagome di Trilli, ne volevo una diversa per ogni pietanza, e alla fine ho comprato edera, fiori finti e una farfalla per allestire la tavola da Ikea.
Devo ammetterlo, mi sono divertita!
Ma se penso che dall’anno prossimo saranno due le bimbe da accontentare mi prende un po’ un colpo!
Per ora vi mostro quello che abbiamo fatto noi, che ne dite, è abbastanza fataloso?

Da bere avevamo:
– nettare delle fate (succo di frutta)
– rugiada del mattino (acqua)
– linfa di vite (vino rosso)
– bollicine fatate (spumante)

Da mangiare invece:
Riso della radura incantata (insalata di riso) con salsa fatata (maionese) e aceto magico (aceto di pomodoro)

Focaccia dei boschi (focaccia integrale con pomodorini)

Crackers incantati (crackers all’acqua di tre tipi: salati, con sesamo e con semi di papavero)
Shortbread dei folletti (biscotti salati alle noci)
Crema di polvere magica (crema al radicchio)

Torta floreale (torta di carote)

Cake dell’Isola che non c’è (cake zucchine e sesamo)

Non poteva mancare la frutta: Bacchette fruttate (spiedini di frutta).

Il menù per far capire agli ospiti che in realtà con quei nomi “fatalosi” non li stavo avvelenando 😉

Poi un piattino speciale per l’unico bimbo della festa che ha 8 mesi!

Non poteva mancare la torta! Per desiderio di Cecilia il suo brownie preferito, quello ai pistacchi. E il nome non poteva essere altro che “torta pensieri felici”!

E per gli invitati? Da portare a casa a fine festa c’erano dei biscottini ai pinoli a forma di farfalla. Ovviamente mi sono ricordata di fotografarli quando erano già impacchettati!!!

Ecco qui la nostra festa! E devo dire che siamo stati benissimo e Cecilia era al settimo cielo. Sono soddisfatta di tutte le pietanze e mi sono anche divertita. Certo, sono arrivata a letto barcollando, ma questa è un’altra storia 😉

6 pensieri su “3 anni: festa “Trilli”

  1. Unafettadiparadiso ha detto:

    La felicità dei figli è la soddisfazione più grande che si possa ottenere, tu sei stata bravissima e fantasiosa oltre che 'fatalosa' ^_^ ♡♡♡♡
    Spero tu ci delizie Rai con queste ricette quanto prima, oppure già posso trovarli nel tuo blog? Quei crackers all'acqua mi ispirano parecchio.
    Tanti tanti tanti auguri alla Signorina di casa!!!
    Buona giornata e riposati adesso.
    Vale

  2. DarkRose ha detto:

    Tanti auguri!!!!!! Adoro Trilli e quindi trovo tutta la tavola e le portate, assolutamente fantastiche! E si, anche molto fatalose ! 😀

I commenti sono chiusi.