Lenticchie e cotechino

Sono a tocchi. Davvero, ho un raffreddore che da sabato non mi lascia, un mal di testa che nemmeno le pasticche riescono ad attenuare e la gola mi fa malissimo.
E io che speravo mi passasse subito. E invece, ovviamente, no. E domani salgono i miei genitori e volevo fare mille cose con loro, portarli in tutti quei negozietti che ho scoperto nelle mie passeggiate con Cecilia e fargli conoscere la catena tiger, di cui mi sono innamorata. Ma se continuo a stare così penso proprio che rimarremo chiusi a casa, come consolazione posso pensare al fatto che sarò più coccolata del solito e magari mamma mi fa il suo brodino.
Certo, dovrò fare i conti che niente li distrarrà dalla nipote, ma chissà, forse una figlia malata stavolta riuscirà a ritagliarsi qualche attimo di coccole!
Vabbè, domani vedremo, intanto vi lascio con il classico di capodanno che a una malatina come me non può fare che bene!
E con una collaborazione che ha velocizzato i tempi di cottura!

Infatti inizio oggi la mia collaborazione con magic cooker, il coperchio magico! Arrivato da assemblare mi era preso un attimo di panico ma poi è così intuitivo che non servono nemmeno le istruzioni stile ikea. Sono rimasta un po’ basita quando ho notato che non c’erano indicazioni sul suo uso, solo un mini ricettario. Allora ho improvvisato, e questo primo tentativo è andato a buon fine.

E, dopo aver avuto l’approvazione della pupa, ecco a voi la ricetta:

Ingredienti:
– 1 cotechino precotto
– 1/2 cipolla
– sedano
– burro
– 4 cucchiai di olio evo

– 300gr di lenticchie
– 3 bicchieri di brodo

Procedimento:

Mettere il cotechino a cuocere seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
Tagliare sedano e cipolla e metterli in una pentola con l’olio e il burro. Regolare di sale e pepe, aggiungere le lenticchie, il brodo e coprire con il coperchio, circa 30 minuti.
Nel frattempo tagliare il cotechino a fette spesse circa 1cm.
Quando le lenticchie sono cotte mettere insieme anche le fette di cotechino, lasciare insaporire circa 5 minuti e servire.