Zuppa di zucca al latte

La stagione della zucca e delle zuppe. Ecco come si chiama l’autunno per noi.
E allora perchè non fare una zuppa di zucca? A parte il gioco di parole questa ricetta è un classico che non manca mai sulla tavola di ottobre.
Ho stupito Cecilia questa volta perchè la zuppa l’ho presentata nella tazza della colazione. Come ha visto le tazze a tavola ha detto “mamma, ma a cena ci mangiamo il latte con i cereali? Noooo!”.
Mi ha fatto morire dalle risate, ancora di più quando è salita sulla sedia e ha visto che di certo quello che c’era nella tazza non era latte e cereali.
Il latte c’era in verità ma quando l’ho detto a Cecilia lei non mi è sembrata molto convinta.
Una zuppa con la zucca e il latte, in verità niente di più semplice, ma molto saporita con l’aggiunta dello sciroppo di acero.
Per accompagnare la zuppa mi sono trovata, penso per la prima volta, sprovvista di pane secco. Quindi ho ripiegato sui granetti ma ti assicuro che con dei pezzetti di pane secco ripassati nel burro questa zuppa acquista tutto un altro sapore.
La prossima volta farò una variante più piccante per me e mio marito, magari con del pepe rosa.

Zuppa di zucca al latte

2 cucchiai di burro
1 piccola cipolla
400 gr di zucca lessa
1 tazza di latte
2 cucchiai di sciroppo d’acero
1/2 cucchiaino di sale
pepe

 

Fai sciogliere il burro in una casseruola a fuoco medio; aggiungi la cipolla e fai cuocere, mescolando, circa 8 minuti.
Aggiungi la zucca, il latte, lo sciroppo e porta ad ebollizione. Abbassa la fiamma e fai sobbollire per 10 minuti, mescolando spesso.
Regola di sale e pepe e servi con dei crostini.

Pumpkin Milk Soup

2 tablespoons butter
1 small onion, finely chopped
2 (15 oz.) cans solid packed pumpkin
1 quart water
1 cup milk
2 tablespoons maple syrup
1/2 teaspoon salt
Freshly ground pepper, to taste

 

Melt butter in a large saucepan over medium heat; add onion and cook, stirring often until very soft, about 8 minutes. Add pumpkin, water, milk, syrup, salt and pepper; bring to a boil. Reduce heat and simmer for 10 minutes, whisking often. (Soup can be made 1 day ahead. Let cool and then cover and chill. Bring to a simmer before serving.)

Chili di zucca

 

Ottobre! Finalmente è arrivato uno dei mesi più divertenti in cucina!
La tavola si dipinge dei toni caldi d’autunno, arrivano la zucca, i funghi e le castagne: tre cose che mi rendono più piacevole l’allontanarsi dell’estate. Almeno io cerco di consolarmi con queste tre cose.
E poi a fine mese c’è halloween! Ecco, mi basta pensare ad halloween che riesco a sopportare anche una (tipica) giornata autunnale senza sole.
Proprio in una giornata uggiosa è nata questa ricetta e nella stessa giornata uggiosa ho litigato per la prima volta con la macchinetta fotografica di mio marito.
E’ una macchinetta strana, non mi ci trovo perchè, fra le altre cose, non mi è mai piaciuta. A pelle.
Poi è tutta in manuale e io ho passato due ore prima di fare uno scatto decente. Ovviamente la pupa dormiente ha fatto da modella senza accorgersi che la mamma la stava sfruttando. E meno male che dormiva anche la pupa grande dato che dalla mia bocca non sono uscite di certo rose e fiori.
Ma alla fine ce l’ho fatta. Una foto su un milione è uscita come volevo. Ero pronta per il cibo.
No, come non detto.
Per le foto del cibo devo prenderci ancora la mano, non sono abituata a girare tutte queste rondelle e levette e sono leeeeenta. Così lenta che la zuppa che vedete sono stata costretta a riscaldarla per poterla mangiare. Ma ci farò la mano, piano piano.
La mia zuppa riscaldata invece è veloce da fare e leggermente speziata.
Un chili dolce, grazie alla zucca, arricchito dal sapore piccante del peperoncino. I fagioli poi sono delicati e portano consistenza alla zuppa, cosa che adoro.
Sono stata avvantaggiata dalla zucca lessata il giorno prima, però in 20 minuti puoi averla anche tu.
Accompagnala con dei crostini o delle fette di pane ripassate in padella con il burro.

Chili di zucca

3 cucchiai di olio d’oliva
1 cipolla piccola
1 jalapeño
2 spicchi d’aglio
400 gr di pomodori a dadini
400 gr di zucca lessata
2 tazze di brodo
1/2 cucchiaio di peperoncino in polvere
1 cucchiaio di cumino
sale
pepe
1 scatola di fagioli rossi
1 scatola di fagioli borlotti
Scalda l’olio in una pentola capiente a fuoco medio.
Aggiungi cipolla, aglio e jalapeño; soffriggi finché diventano teneri, per circa 12 minuti.
Aggiungi pomodori, zucca, brodo, peperoncino in polvere, cumino e 1/2 cucchiaino di sale e porta ad ebollizione.
Riduci il fuoco a medio-basso e aggiungi i fagioli.
Copri e cuoci a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto per circa 30 minuti.
Assaggia e aggiusta di sale e pepe.

Pumpkin Chili

3 tablespoons olive oil
1 small onion
1 jalapeño
2 cloves garlic
2 15-oz. cans diced tomatoes
1 15-oz. can pure pumpkin
2 cups broth
1 1/2 tablespoons chili powder
1 tablespoon cumin
Salt and pepper
1 15-oz. can kidney beans
1 15-oz. can white kidney beans
Warm oil in a large pot over medium heat. Add onion, jalapeño and garlic; sauté until tender, about 12 minutes.
Transfer to a bowl.
Add tomatoes, pumpkin, broth, chili powder, cumin and 1/2 tsp. salt. Bring to a boil. Reduce heat to medium-low and stir in all beans. Cover and simmer, stirring occasionally, until chili thickens slightly, about 30 minutes.
Taste and season with salt and pepper.

Zuppa di cavolfiore e lenticchie

Per rimanere in tema di piatti caldi e invernali non poteva proprio mancare una bella zuppa!
Sarà l’ultima prima della stagione, lo prometto!
E mentre qui infervono i preparativi per la festa di Cecilia, anzi le feste, dato che la piccoletta di casa festeggia domani a Roma e fra una settimana qui a Milano! Così piccola e già viene festeggiata in due città, mi fa sempre sorridere questo pensiero!
Ma oggi zuppa, e zuppa verde, come la chiama lei, che di solito mi aiuta sempre a prepararla. Anzi a dire il vero mi manca un gran bel po’ verso l’ora di pranzo quando mi metto ai fornelli. Perchè lei è all’asilo e io non ho la mia piccola aiutante che aggiunge spezie e cuoce il sugo ormai anche meglio di me!
Ma almeno oggi avrà il piatto in comune con la mamma, perchè è avanzata così tanta zuppa che ci mangiamo io, mio marito e Cecilia! E mi domando se racconterà mai agli amichetti di come a casa cuciniamo insieme.

 

Mi tengo il dubbio e vi lascio alla ricetta, da provare con gli ultimi cavolfiori veramente saporiti e con le lenticchie che, non so voi, ma io dopo capodanno mi ritrovo ovunque!

Zuppa di cavolfiore e lenticchie

1 cavolfiore grande
250 gr di lenticchie
1/2 cipolla
1 bicchiere di latte
1l di brodo
olio evo

 

Lasciare in ammollo le lenticchie per una notte.
Pulire e affettare il cavolfiore mentre in una pentola fare un soffritto con olio e cipolla tritata finemente.
Mettere il cavolfiore con un bicchiere d’acqua e cuocere coperto per una decina di minuti. Frullare e mettere da parte.
In una pentola mettere il brodo e le lenticchie e far cuocere peer 45-50 minuti.
Unire il cavolfiore frullato, il bicchiere di latte, e lasciar cuocere per 5-10 minuti.
Servire con dei grissini.

 

Cauliflower soup and lentil

1 large cauliflower
250 grams of lentils
1/2 onion
1 cup milk
1l broth
extra virgin olive oil

 

Soak the lentils overnight.
Clean and slice the cauliflower while in a pot to make a pan with the oil and finely chopped onion.
Put the cauliflower with a glass of water and cook covered for about ten minutes. Whisk and set aside.
In a saucepan, bring the broth and lentils and simmer 45-50 minutes peer.
Add the cauliflower smoothie, glass of milk, and cook for 5-10 minutes.
Serve with breadsticks.

Zuppa di cavolo rosso e patate

Che settimana piovosa che è stata questa!! E fra il mio andare e tornare dalla materna e il tempo (perso) a cercare di convincere mia figlia che io alla materna prima o poi non ci resto non ha fatto altro che mettere altro grigio a queste giornate.
Ma a parte i pianti che si sta facendo Cecilia (che, se ci fosse mia nonna, direbbe le fanno bene ai polmoni!) mi sto dando un gran daffare per conciliare l’inserimento con i pranzi veloci che devo improvvisare dato che Cecilia per ora rimane solo un paio di ore.
Spesso la cena diventa l’avanzo riscaldato del pranzo del giorno dopo, ma in questa settimana, ieri di preciso, ho avuto il lusso di tornare a casa alle 11 (con figlia a seguito ovviamente!) quindi mi sono potuta dedicare a un piatto che portasse calore e colore in queste giornate!
L’ho preparato con Cecilia, che ormai è diventata la mia aiutante fissa in cucina, con tanto di grembiule. Ed ecco che ve la presento qui, una zuppa corroborante che tanto bene fa agli occhi e al palato!
Il cavolo rosso lo sto riscoprendo in questo mese, lo considero molto saporito e poi il bel colore che porta in tavola piace a tutta la famiglia! Devo dire che l’abbinamento con le patate è un classico, ho aggiunto anche una carota per un po’ di croccantezza in più ma volendo si può omettere, il sapore non ne risente.
Per ultimo la mia porzione l’ho condita con un filo di olio al peperoncino che l’ha resa ancora più gustosa, ma avendo assaggiato anche quella di Cecilia, con olio evo, posso dire che sono buone entrambe. A voi la scelta!

Zuppa di cavolo rosso e patate

1 piccolo cavolo rosso
2 patate farinose
1 carota
1 spicchio di aglio
30 g di burro
100 cl di latte
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
pepe
Sbucciare e affettare le carote, quindi farle appassire nel burro e in 1 cucchiaio di olio insieme con lo spicchio di aglio, sbucciato e schiacciato. Aggiungere le patate, sbucciate e tagliate a dadini. Coprite a filo con acqua, portate a ebollizione, salate e lasciate sobbollire, a casseruola coperta e a fuoco basso, per circa 20 minuti, fino a quando le verdure saranno tenerissime.
Nel frattempo mondare, lavare e tagliare il cavolo e cuocerlo a parte in acqua leggermente salata per 20 minuti.
Lasciate intiepidire e frullare il cavolo tutto con l’acqua di cottura.
Rimettete la crema ottenuta nella casseruola delle verdure cotte, aggiungere il latte, riportare a ebollizione e cuocere ancora per 7-8 minuti.
Servire completando con pepe e olio a crudo.

Red cabbage soup and potatoes

1 small red cabbage
2 floury potatoes
1 carrot
1 clove of garlic
30 g of butter
100 ml of milk
3 tablespoons extra virgin olive oil
salt
pepper
Peel and slice the carrots, then cook them in butter and 1 tablespoon of olive oil together with the garlic clove, peeled and crushed. Add the potatoes, peeled and cut into cubes. Cover flush with water, bring to a boil, add salt and simmer, covered casserole on low heat for about 20 minutes, until the vegetables are tender.
Meanwhile, peel, wash and cut the cabbage and cook separately in lightly salted water for 20 minutes.
Let cool and mix the cabbage with all the cooking water.
Put the cream into the pan of cooked vegetables, add the milk, bring to a boil and cook for 7-8 minutes.
Serve completing with pepper and olive oil.

Il pappone del… cavallo?

Uno dei papponi che mi sono fatta in settimana è stato preso dalle pagine dell’ormai immancabile manuale.
Certo, l’avena a dire il vero non mi fa impazzire, ma così mi è piaciuta! Ho barato? Quel tanto che basta per rendere una ricetta un po’ più vicina ai miei gusti.
Se vi consola a Cecila la versione originale è piaciuta, e anche parecchio. Però mi sono sentita dire per tutto il tempo l’ammollo dell’avena, che Cecilia mica è un cavallo, allora basta avena. 
Ho provato a convincere il marito che fa bene, è ricca di proteine e non se la mangiano solo gli animali. E poi che a Cecilia sia piaciuta non conta niente? 
A quanto pare no, ogni volta che passava vicina alla ciotola mi ripeteva la stessa solfa. Meno male che non nitriva. Altrimenti gliela tiravo dietro!
Qui le cose sono due: o la faccio quando non gira per casa, o la levo dalla dipensa. Che pensate? Si può essere più fastidiosi?! Ma, tanto per essere un po’ superstiziosi, sarà colpa di questo venerdì 17 invece?!!!

Farinata d’avena – Manuale di nonna papera

avena e acqua nella proporzione di 1 cucchiaio ogni 20

Fare macerare per un’ora l’avena nell’acqua. Salate e fate cuocere 40 minuti. Servite con il brodo salato o con latte, zucchero e un po’ di burro.
Ps: La mia è stata la versione salata, la mia porzione l’ho messa a scolare in un colino e l’ho fatta un po’ raffreddare lì, poi l’ho rovesciata sul piatto e condita con timo e peperoncino.

Oatmeal – Manual Grandma Duck

oats and water in the ratio of 1 tablespoon per 20
Do soak the oats in water for an hour. Add salt and cook 40 minutes. Serve the soup with salt or with milk, sugar and a little ‘butter.
Ps: Mine was the savory version, my portion I put it to drain in a colander, then I inverted on the plate and topped with thyme and red pepper.

La zuppa

Niente di meglio per riprendermi dall’influenza di una bella zuppa calda! Poi questa è nata per accompagnare la focaccia, una modifica di una mia vecchia ricetta, semplicemente eliminando i porri e mettendo molto più sale con il peperoncino.
Il cavolfiore è stato trasformato in zuppa insieme a una patata quasi da buttare e dall’ultimo goccio di latte nel frigo. Un bella spolverata di pepe e per una buona oretta avevo tutto il naso libero! E’ stata una vera benedizione questa zuppa ieri sera!
L’unica che ha un po’ storto il naso è stata Cecilia. Voleva la focaccia ma quando ho ceduto per un piccolo morso (dopo averla ripulita da quasi tutto il peperoncino) ha iniziato a fare ble ble! Ci credo, troppo sale e soprattutto c’era ancora un po’ di peperoncino! Anche per la zuppa ha storto il naso. Alla fine mi sono salvata mettendone una mestolata insieme alla pastina. Non ha di certo mangiato con gusto ma ha finito tutto!

Zuppa di cavolfiore e patate

1 cavolfiore grande
1 patata
1/2 cipolla
1 bicchiere di latte
1l di acqua
dado
olio evo
parmigiano
pepe nero

Pulite e affettate il cavolfiore e la patata mentre, in una pentola fare un soffritto con olio e cipolla tritata finemente. Mettere le verdure, un bicchiere d’acqua e cuocere coperto per una decina di minuti. Unire la restante acqua, il dado e far cuocere senza coperchio.
A cottura ultimata frullare il tutto con il mixer insieme al bicchiere di latte e servire con un filo d’olio, parmigiano grattugiato e pepe.

Cauliflower and Potato Soup

1 large cauliflower
1 potato
1/2 onion
1 cup of milk
1 liter of water
nut
extra virgin olive oil
parmesan
black pepper

Clean and slice the cauliflower and potato, while in a pan to make a sauce with olive oil and finely chopped onion. Place the vegetables, a glass of water and cook covered for about ten minutes. Combine the remaining water, the nut and simmer without a lid.
When cooked, blend everything with the mixer along with the glass of milk and serve with a drizzle of olive oil, grated parmesan cheese and pepper.

Zuppa di lenticchie rosse e peperoncino

Ieri sera ho avuto una coppia di nostri amici ospiti per cena e mi è venuta una voglia pazzesca di fare una serata tutta… al bicchiere! Dall’antipasto al dolce, tanti bicchieri, meglio se tutti diversi, dove servire la cena. Ancor meglio se fossero tutti pronti quando arrivano così da servire la cena comodamente seduti sul divano! 

Ci si potrebbe sbizzarrire con cucchiaini e forchettine, con stuzzicadenti lunghi e cannucce! Ok, non so se vi ho convinto ma io mi sono convinta da sola! La prossima cena sarà al bicchiere!
E aspettando la cena mi sono fatta un pranzo. La zuppa per me al posto di metterla nel piatto, è finita bel bicchiere. Certo, dopo qualche cucchiaio ho preferito berla ma questi sono solo dettagli, no?!

Zuppa di lenticchie rosse e peperoncino

250 gr di lenticchie rosse
50 gr di burro
1l di brodo vegetale
peperoncino
salvia
cipolla
sale
pepe

Mettere nella pentola il burro con la cipolla e cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti. 
Unire il brodo e le lenticchie, aspettare il bollore e cuocere per 20 minuti.
A cottura ultimata salare, pepare e aggiungere la salvia e il peperoncino. Frullare la zuppa e servirla.

Red lentil soup and chili

250 grams of red lentils
50 grams of butter
1 liter of vegetable stock
pepper
sage
onion
salt
pepper
extra virgin olive oil
Put the butter in the pan with the onion and cook over low heat for about 10 minutes.
Add the broth and lentils, wait a boil and cook for 20 minutes.
When cooked, add salt and pepper and add the sage and pepper. Blend the soup and serve.

Zuppa di sedano rapa e pleurotus

E’ iniziato per me quel periodo dell’anno in cui ho tante ma tante di quelle cose da fare che mi riempio casa di foglietti, prendo appunti, sottolineo libri e inizio mille progetti! Ho la testa che mi fa male quando penso a quanto ho prima di finire e poi, e qui ci cado ogni anno, non è che inizio una cosa, la finisco e passo a un’altra! Eh no, troppo semplice così! Io invece ne inizio mille e le porto avanti per mesi… a volte mi sembra di stare sempre ferma su un progetto perchè mi accoro che ho davvero troppo poco tempo! Capita anche a voi? 
Mi sento una delle persone più organizzate del mondo e poi non riesco mai (o quasi mai) a finire una cosa. Mio marito mi giustifica dicendomi che ho troppe idee e troppo spesso tutte insieme! Io non mi giustifico più, specie quando guardo i miei progetti inconclusi. Ma che ci volete fare, un’abitudine è difficile da cambiare, e se è una brutta abitudine ancora di più!

Meno male che in tutto questo caos non lascio a metà la preparazione dei pasti!!! E oggi vi racconto il mio pranzo di ieri. Estate di San Martino sì, ma tirava un ventaccio! Quindi dopo esserci prese la nostra dose di tramontana ho iniziato a preparare una zuppa calda che ci scaldasse un po’! Buonissima! Connubio riuscito!

Zuppa di sedano rapa e pleurotus

200gr di funghi pleurotus
1 sedano rapa medio (sui 300gr)
50gr di burro
1l di brodo vegetale
prezzemolo
cipolla
sale
pepe

Lavate e tagliate il sedano rapa a dadini. Mettere nella pentola burro, cipolla tritata, il sedano rapa e cuocere a fuoco vivo per circa 5 minuti. Unire il brodo, chiudere la pentola e abbassare il fuoco.
Nel frattempo tagliare i funghi non troppo sottili e saltarli in padella con il prezzemolo.
Dopo una ventina di minuti togliere il coperchio dalla pentola e frullare grossolanamente il tutto (io ho usato lo schiacciapatate!). 
Mettere nei piatti la zuppa, aggiungere i funghi e spolverizzare con prezzemolo e pepe.

Soup celeriac and oyster mushrooms

7 oz oyster mushrooms
1 medium celeriac (about 3 oz)
1 oz of butter
1 l of vegetable stock
parsley
onion
salt
pepper
Wash and cut the celery root. Place in pot butter, chopped onion, celery and cook for 5 minutes. Add the broth, close the pot and lower the heat.
Meanwhile, cut the mushrooms and sauté in a pan with parsley.
After about twenty minutes, blend the soup (I used a potato masher!).
Put dishes in the soup, add the mushrooms and sprinkle with parsley and pepper.

Crema uh-uh mongola – manuale di Nonna Papera

Che bella, bellissima serata ieri! La festa è stata un vero successo, noi ci siamo divertiti ad allestire la sala con pipistrelli, gatti neri, streghe e fiori di carta crespa, e poi tutti travestiti eravamo pronti ad accogliere gli ospiti! Cecilia era una grifondoro, io il suo gatto nero e mio marito? Bè, lui deve sempre esagerare e si è vestito da Dio. 
Abbiamo banchettato, abbiamo ballato, abbiamo festeggiato questa notte delle streghe non facendoci mancare nulla, nemmeno i favors per gli ospiti. 
E dopo i bagordi di ieri, oggi lasciamo in pace i dolcetti e pensiamo a un piatto un po’ più sano.
Eh si perché a forza di fare “dolcetto o scherzetto” ci siamo riempiti la pancia di zuccheri! E’ stato bello e ci siamo proprio divertiti (poi vi metto foto e ricette!) ma stamattina alla vista dei dolci il mio stomaco si è ribellato! Quindi? Quindi Nonna Papera ci viene in aiuto con un piatto bello, sano e saporito.
Ed è un minestrone quello che vi propongo oggi, il suo minestrone, che forse con questo freddo che è arrivato, rimane il piatto perfetto per scaldarsi un po’! 

Crema uh-uh mongola – Manuale di Nonna Papera

Fu verso il 221 a.C. che il principe cinese Tsin, dopo aver assoggettato alcuni regni cinesi in lotta tra loro e aver costruito un impero, fece costruire la Grande Muraglia per difendere il paese dalle invasioni dei mongoli. Voi direte: va bene, ma la crema mongola?. Calma: quando  i Mongoli si rovesciarono in Europa sotto forma di Unni, fu il principio della… fine. Perché quella che per loro era una crema “uh-uh che buona” per noi fu… il minestrone di verdura. Il minestrone è un po’ una… zuppa (!) che non a tutti i ragazzi piace: l’unico sistema per “evitarlo” (solo per questa volta però) è quello di prepararlo. Con la scusa infatti che il lavoro vi ha tolto l’appetito (ehm), potrete svincolare e passare direttamente al secondo.
Ps: precisazione storica. La grande Muraglia era alta circa 10 metri, spessa 6, con torri alte 14 metri, lunga circa 6000 km, con la base di pietra e la parte superiore di mattoni.

un litro di acqua
100 gr di fagioli sgranati
poco sedano con due foglie del medesimo
1 cipollina
3 cucchiai di olio
1 pezzetto di burro
3 pomodori maturi
100 gr di piselli sgusciati
2 patate
2 foglioline di basilico
un ciuffetto di prezzemolo
un dado 
sale
100 gr di pasta o riso
Pulite le verdure, lavatele e tagliatele a pezzetti. Fatele saltare un momento sul fondo della pentola, dove avrete messo a scaldare olio e burro. Aggiungete l’acqua, salate, mettete il dado e portate a ebollizione; quindi abbassate il gas e fate cuocere per 2 ore. Venti minuti prima di servire (agli altri), aggiungete il riso o la pasta.

Mongolian uh-uh cream – Manual Grandma Duck

It was toward the 221 BC that the prince Chinese Tsin, after having built an empire, built the Great Wall to defend the country from invasion of the Mongols. But the cream Mongolian? Calm: when the Mongols arrived in Europe in the form of Huns, what for them was a cream “uh-uh good” for us was … the vegetable soup. The soup is a soup that not all guys like: the only way to avoid it (just this once) is to prepare it. Under the guise fact that the work took away the appetite, you can go directly to the second.
Ps: historical note. The Great Wall was about 10 meters high, with towers 14 meters high, about 6000 km long, with a stone base and the top of bricks.

water
3 oz of beans
celery
1 small onion
3 tablespoons olive oil
butter
3 tomatoes
3 oz of peas
2 potatoes
basil
parsley
salt
3 oz of pasta or rice

Clean the vegetables, wash and cut into small pieces. Put them in a pot where you put oil and butter. Add water, salt and cook for 2 hours. Twenty minutes before serving, add the rice or pasta.

Zuppa di zucca e ceci

Giornatina impegnativa oggi: mi appresto a litigare con quelli della luce perché non mi hanno fatto l’allaccio, con quelli del gas perché sono venuti a un’ora diversa da quella fissata (e ovviamente non c’ero) e con quelli di ikea perché, se è vero che a volte semplificano la vita con i loro mobili, altre te la complicano e basta. La cucina non si sa quando me la portano e no, non va bene il disegno fatto da me, no, non importa che sono un architetto (e volendo me la potrei anche montare da sola, ma sono troppo stanca) quindi sarò lì a dare direttive. No, vogliono il disegno fatto da ikea e devo andare lì, con il mio, per farglielo rifare. Ma per voi ha senso?? Per me no.
Comunque da oggi sarò di giri, arrabbiature, con due case da pulire e le ultime cose da sistemare. 
Quindi vi lascio per un paio di settimane, il tempo di assestarmi in casa nuova e di avere di nuovo una connessione, spero stavolta in breve tempo, l’ultimo trasloco mi hanno fatta aspettare tre mesi. Meno male che esistono anche i cellulari, cercherò il più possibile di continuare a postare qualcosina sulla mia pagina facebook. E su instagram ci sarà il trasloco quasi in diretta, certo… Cecilia permettendo!
E con questa zuppa corroborante vi saluto, a presto!

Zuppa di zucca e ceci

300 gr di zucca
150 gr di ceci freschi
50 gr di burro
1l di brodo vegetale
salvia
cipolla
sale
pepe
parmigiano grattugiato

Lavate e tagliate la zucca a dadini. Mettere nella pentola a pressione burro, cipolla tritata, zucca, ceci, e cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti.
Unire il brodo, chiudere la pentola a pressione e calcolare 15 min dal fischio.
A cottura ultimata salare, pepare e aggiungere la salvia. Passare metà zuppa al frullatore e servirla unendo il parmigiano e con dei crostini.

Pumpkin & chickpeas soup

1 1/2 teaspoons salt
6 cups chicken stock
4 cups pumpkin puree
2 cups chickpeas
1 teaspoon chopped fresh parsley
1 cup chopped onion
1/2 teaspoon chopped fresh thyme
1 clove garlic, minced
1/2 cup heavy whipping cream

Heat stock, salt, pumpkin, onion, thyme, garlic, and chickpeas. Bring to a boil, reduce heat to low, and simmer for 30 minutes uncovered.
Puree the soup in small batches (1 cup at a time) using a food processor or blender.
Return to pan, and bring to a boil again. Reduce heat to low, and simmer for another 30 minutes, uncovered. Stir in heavy cream. Pour into soup bowls and garnish with fresh parsley.