Mini plum cakes con zucca e semi

Ecco, l’ho fatto. Mi sono fatta l’agenda.
Ma fatta nel vero senso della parola: pensata, creata e stampata. Anzi, fatta stampare. Siamo a fine ottobre e se penso che mancano ancora due mesi pieni prima di poterla usare mi dispiace un po’.
Certo che potevo aggiungere due mesi, tanto era solo per me, ma sinceramente chi ci ha pensato?
E poi il “solo per me” è da rivedere… infatti non è detto che non decida di metterla sul mio negozio etsy, anche se significherebbe tradurla, cosa di cui proprio non ho voglia. Almeno per adesso, poi si vedrà.
In verità sono anche in attesa che arrivi a casa, l’ho fatta stampare in America dato che le copisterie sotto casa mi hanno chiesto la “modica” cifra di 50€. Roba da matti, nemmeno fosse una tesi di laurea. Online me la sono cavata, comprese spedizioni, con 18€.
La mia agenda, rigorosamente rosa fucsia o “fuschia” come dice Cecilia. Mi fa ancora strano pensare che fra poco arriverà a casa un’agenda fatta da me. Un conto sono i planner del blog, quello me lo stampo da sola, ma un’agenda rilegata… devo essere impazzita.
Torno con i piedi per terra e ti presento una delle ultime merende pomeridiane: mini plum cakes alla zucca con semi di girasole e zucca.
A dire il vero volevo farli solo con i semi di zucca ma ho rovesciato i due barattoli sul tavolo e di certo non avevo voglia di separarli uno a uno. Quindi di semi misti.
Che ci stanno sempre bene.
L’impasto è soffice e la dimensione perfetta per accompagnare un tè nel pomeriggio.

Mini plum cakes con zucca e semi

50 gr di zucchero semolato
85 gr di zucca lessata
90 gr di farina 00
40 ml di olio extravergine di oliva
1 uovo
1/2 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di aceto di mele
zucchero semolato
semi di zucca per guarnizione

 

In un mixer frulla la zucca con l’olio extravergine di oliva fino ad ottenere una crema soffice e compatta.
Poni il tutto in una ciotola e unisci lo zucchero, la cannella e lo zenzero. Aggiungi l’uovo.
Setaccia la farina e aggiungi la miscela di bicarbonato e aceto.
Distribuisci l’impasto tra gli stampini in modo da riempirne solo 2/3. Aggiungi i semi di zucca.
Metti in forno già caldo a 180°C per circa 18 minuti.

Mini plum cakes with pumpkin and seeds

50 g sugar
85 grams of boiled pumpkin
90 grams of flour 00
40 ml extra virgin olive oil
1 egg
1/2 teaspoon cinnamon
1/2 teaspoon ground ginger
1/2 teaspoon baking soda
1 teaspoon of apple cider vinegar
caster sugar
pumpkin seeds for garnish

 

In a mixer, blend the squash with the olive oil until creamy soft and compact.
Put the mixture into a bowl and combine the sugar, cinnamon and ginger. Add the egg.
Sift the flour and add the mixture of baking soda and vinegar.
Distribute the mixture between the molds so had filled only 2/3. Add the pumpkin seeds.
Put in a preheated oven at 180 ° C for about 18 minutes.

Plumcake banana e zucca

Potrebbe essere una storia a puntate quella della mia scoperta dei planner e delle plannerine.
In questi due giorni mi sono fatta una cultura e mi sono addirittura iscritta a dei gruppi su facebook.
Ci sono delle ragazze davvero in gamba che fanno delle piccole opere d’arte ma no, io non farò parte di loro.
L’anno scorso avevo fatto un planner per il blog. L’ho diligentemente riempito i primi mesi, con estrema cura, poi man mano sempre più di fretta e da quando è nata Cornelia ci sono appunti scritti male e in matita, cancellati e riscritti… un macello insomma, e di certo non ci sono abbellimenti. Niente cuoricini né scarabocchi artistici. Nessun colore né washi tape ad abbellire le pagine.
Mi piacerebbe? Forse. Ma non ho tempo. E quando ho tempo non lo voglio proprio dedicare ad abbellire quelle pagine.
Quindi ho rifatto il planner e mi sto facendo un’agenda settimanale. Appena finito te la faccio vedere.
Per non perdere tempo in stickers e disegni ce li ho messi già sopra, così anche se scritta di corsa sarà sempre figa e stilosa. Anche con le macchie di sugo e le impronte appiccicose di mani piccole piccole.
E proprio due manine piccole mi hanno aiutata a fare questo plumcake.
Che si è rivelato davvero buono anche se la banana si sentiva più della zucca. Ho corretto le dosi nella ricetta.
Soffice e buono per la colazione, perfetto per l’inzuppo e ancora più goloso se servito con un velo di miele o con lo sciroppo di zucca.

Plumcake banana e zucca

150 gr di zucca lessa
300 gr di farina 00
1 banana
500 gr di zucchero
100 gr di margarina
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaio di aceto di mele

 

Schiaccia bene la banana con lo zucchero, aggiungi la farina e la margarina fusa.
Frulla la zucca e incorporala al composto. Aggiungi la miscela di bicarbonato e aceto, mescola velocemente e inforna a 180°C per 40 minuti.

 

Plumcake banana and pumpkin

150 grams of boiled pumpkin
300 grams of flour 00
1 banana
500 grams of sugar
100 grams of margarine
1 teaspoon baking soda
1 tablespoon of apple cider vinegar

 

Crush well the banana and sugar, add the flour and the melted margarine.
Blend the pumpkin and incorporala the mixture.
Add the mixture of baking soda and vinegar, stir quickly and bake at 180 ° C for 40 minutes.

Plumcake di segale con aroma di castagne e semi di girasole e… collaborazione flavourart

Che tempo grigio. Mi sono quasi stufata di dirlo e di sentirlo dire ma… la primavera dov’è finita? Io sognavo grandi camminate sotto il sole, grandi pic nic al parco vicino casa, grandi scoperte da far fare a Cecilia nel verde. Ma qui tutto tace. Gli uccellini non cantano (a parte gli odiosi piccioni che se ne stanno sul davanzale a sporcarmi tutto!), i fiorellini sul balcone non vogliono schiudersi e la parola d’ordine sembra essere: pioggia.
Posso dirlo? Mi sono stufata! Voglio il sole, voglio le mie passeggiate, voglio i miei pic nic, voglio sentire il profumo dell’erba, insomma, voglio la primavera. E’ forse chiedere troppo? A quanto sembra si.
E dato che il pic nic non posso farlo fuori oggi stendo la coperta in casa e io e Cecilia mangiamo lì. Alla faccia del tempaccio!

Ma almeno una piacevole sorpresa a riscaldare questa giornata uggiosa c’è stata. L’inizio della mia collaborazione con flavourart! Niente foto di Cecilia con i flaconcini perchè se la dormiva alla grande, ma ecco qui “il mio bottino”!!

Aroma Affumicato – Aroma Castagna – Aroma Frutto Passione – Aroma Lavanda – Aroma Melograno – Aroma Rosa – Aroma Tartufo Bianco – Aroma Tartufo Nero – Aroma Violetta – Aroma Ylang ylang.

E, dopo avermi fatto scegliere questi 10 aromi, la ditta mi ha inviato anche in omaggio un alto aroma, quello al rhum.
Ma spinta dal tempo brutto che mi ricorda l’autunno, il mio primo assaggio è stato con quello di castagne, a voi il plumcake!
Ingredienti:

– 230 gr di miscela per pane di segale molino chiavazza
– 105 gr di pasta madre (rinfrescata con 100 gr di farina manitoba molini rosignoli e 50 gr di acqua)
– 100 ml di latte
– 65 ml di olio di semi
– 200 ml di acqua
– 1 cucchiaino di sale
– 5 gocce di aroma di castagna (idrosolubile)

– semi di girasole

Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e fate riposare una decina di minuti.
Mescolate in una terrina la farina e il sale, aggiungete l’olio, il latte con il lievito e l’acqua. Mescolate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo.
Unire l’aroma con un cucchiaino di acqua.
Versate l’impasto in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno.
Per la decorazione spargere i semi di girasole e preparate un’emulsione con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua e usatela per spennellare delicatamente la superficie.
Cuocete in forno già caldo a 200° per 50 minuti.

Plum cake al rosmarino

Veloce veloce che abbiamo un appuntamento al parco giochi.
E dobbiamo lavarci, vestirci e soprattutto svegliarci! Ma il gioco e la promessa del parco, dell’amichetto che ci aspetta e della bellissima giornata che si prospetta forse mi aiuteranno a buttare giù dal letto chi di solito a quest’ora se la dorme alla grossa!
E per lo spuntino di metà mattina la mamma ha appena sfornato questo plum cake che ha riempito tutta casa di un buon odore di forno, pane cotto e soprattutto rosmarino! E ora mi domando se resisterà (o meglio resiterò!) all’assaggio immediato. Ma penso proprio di si, d’altronde più sono riposati più sono buoni e poi proprio non voglio riempirmi di briciole nel portarlo!
Quindi accontentatevi delle foto “per intero” che non so se esisterà ancora al mio ritorno!

Ingredienti:
– 250 ml di acqua
– 500 gr di miscela per pane fatto in casa Molino Chiavazza
– 1 panetto di lievito di birra fresco
– 2 cucchiaini di sale
– 50 ml olio di semi
– 1 uovo
– rosmarino

– pepe rosa

Procedimento:
Sciogliere il lievito di birra in un po’ di acqua tiepida. Setacciare la farina, aggiungere lievito sciolto, il sale e l’olio.
Amalgamare il tutto e coprire l’impasto con un canovaccio umido. Porlo a lievitare in luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa).
Trascorso il tempo ponete l’impasto in uno stampo a cassetta lungo.
Porre a lievitare nuovamente per 20 minuti.
Prima di cuocere, spennellare il pane con l’uovo sbattuto, aggiungere rosmarino, tritare il pepe rosa e cuocere per 35-40 minuti nella parte inferiore del forno a 200°C.

Per conservarlo io uso il sacchetto frescopane della valmar.

Plum cake al pomodoro e origano

E anche Pasqua è passta. E oggi un qualcosa di più leggero per accompagnare il pranzo di pasquetta che, almeno a casa mia, ha la stessa portata di quello di Pasqua. Già dalla colazione ti alzi da tavola bello appesantito: uova, cioccolato, colomba, torte varie, pizze al formaggio e l’immancabile corallina. Che qui a Milano non si riesce a trovare e che me la faccio prendere a Roma perchè per noi romani non è Pasqua se manca la corallina a tavola.
Però mi accorgo che questa usanza è solo nostra, dei cari amici di famiglia che abitano qui mi hanno detto che, a parte la colomba e le uova di cioccolato, per loro resta una colazione come un’altra. E allora mi viene il dubbio… ma è così anche per voi?
Intanto vi lascio con questo plum cake salato, leggero e ottimo accompagnamento per l’agnello (altra nostra tradizione? Ma no, dai!).

Ingredienti:

– 1 scalogno
– 200 ml di passata di pomodoro
– sale
– 2 cucchiaini di origano
– 3 uova

– 125 ml di latte

– una bustina di lievito (o un cucchiaino di bicarbonato)

Procedimento: 

Tritate lo scalogno, fatelo appassire a fuoco dolce con poco olio, una presa di sale, e unite la passata. Cuocete a fuoco medio fino a quando il sugo diventa molto denso.

In una ciotola sbattete le uova con la farina setacciata con il lievito. Unite il rimanente olio e il latte, poi il sugo. 
Versate il composto in uno stampo da cake e cospargete la superficie con il prezzemolo. 
Infornate a 180°C per 40 minuti. Lasciate raffreddare il cake nello stampo.

Plum cake pesto e olive

 E dopo i due esperimenti con le olive ho deciso di provare a farne uno aromatizzato al pesto!
Non male, forse ci voleva qualcosa per renderlo più secco ma il retrogusto di pesto era molto gradevole al palato!

Ingredienti:

– 300 gr di farina di tipo “0”

– 1 bustina di lievito di birra
– 80 ml di latte
– 80 ml di olio di semi
– 180 ml di acqua
– 1 cucchiaino di sale 
– 50 gr di olive nere
– 60 gr di pesto
Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e fate riposare una decina di minuti. 
Mescolate in una terrina la farina e il sale, aggiungete l’olio, il latte con il lievito, l’acqua e il pesto. Mescolate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo. 
Unire le olive tagliate grossolanamente e mescolate bene. 
Versate l’impasto in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno. 
Per la decorazione preparate un’emulsione con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua e usatela per spennellare delicatamente la superficie. 
Cuocete in forno già caldo a 200° per 50 minuti.

Plum cake alle olive nere

Il plum cake è un ottimo sostituto del pane e devo dire che stavolta mi sono superata!

Ingredienti:
– 300 gr di farina di tipo “0”

– 1 bustina di lievito di birra
– 100 ml di latte
– 100 ml di olio di semi
– 200 ml di acqua
– 1 cucchiaino di sale 
– 50 gr di olive nere
Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e fate riposare una decina di minuti. 
Mescolate in una terrina la farina e il sale, aggiungete l’olio, il latte con il lievito e l’acqua. Mescolate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo. 
Unire le olive tagliate grossolanamente e mescolate bene. 
Versate l’impasto in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno. 
Per la decorazione preparate un’emulsione con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di acqua e usatela per spennellare delicatamente la superficie. 
Cuocete in forno già caldo a 200° per 50 minuti.

Plum cake alle olive

Un soffice plum cake che riempie la casa di un buon profumo mentre è ancora in forno è quello che ci vuole per far felice il marito al rientro dal lavoro!

Ingredienti:
– 80gr di olive verdi snocciolate

– 150gr di farina,
– 2 uova
– 120 ml di latte
– 4 cucchiai di olio evo
– 2 cucchiaini di zucchero
– sale
– pepe 
– 1 bustina di lievito per pizze
Procedimento:

Amalgamare in una terrina le uova e aggiungere il sale, il pepe, i 2 cucchiaini di zucchero e il latte. Aggiungere la farina ed il lievito poco alla volta. Amalgamare bene il tutto ed incorporare le olive.
Imburrate lo stampo per plum cake e portate a temperatura il forno a 180°C.
Versare il composto nello stampo e infornare portando la temperatura del forno a 160°C dopo 5 minuti di cottura. Proseguite la cottura per 45-50 minuti.