Cocotte di tonno, patate e rosmarino

Organizzare o improvvisare? Tu da che parte stai?
Io sono una brava organizzatrice, metto nero su bianco a inizio mese, programmo post, pasti, vestiti, pulizie,… e poi succede che improvviso.
Sono la regina dei planner ma ogni tanto mi cade la corona.
Improvviso perché niente va mai (o quasi mai) come avevo pianificato. Improvviso perché con due pupe non so mai se il tempo c’è o me lo devo inventare. Improvviso perché gli imprevisti ci sono, a volte anche tanti e di seguito.
Ma pianifico ancora.
Pianifico perché mi serve avere una scaletta. Pianifico perché mi sembra di avere tutto sotto controllo. Pianifico per comodità, è più facile pensare a 7 pranzi e 7 cene insieme, così anche la lista della spesa si fa da sola.
Però il bello è anche questo. Avere tutto scritto per bene e poi trovarsi a fare delle cose last minute. Oppure, al contrario, avere pochissimo tempo ma trovare già scritto cosa fare per cena.
La mia formula quindi, da quando è nata Cecilia soprattutto, è pianificare per contenere i danni (e il panico, a volte!).
Anche se c’è da dire che alcune delle mie ricette migliori sono nate così, all’improvviso, seguendo l’ispirazione del momento.
Come questa.
Il programma della cena diceva “polpette di tonno” ma a metà preparazione avevo due pupe in lacrime. Quindi? Cocotte per tutti, via in forno e vai a consolare le pupe.
Cena rovinata? Non direi anzi, cena più che riuscita!
Il tonno e le patate per fortuna sono due ingredienti che non mancano mai in casa, e stavolta si sono uniti al rosmarino perché in cocotte volevo dare un sapore ancora più marcato e rustico.
Il pangrattato fa quella crosticina che tanto ci piace in superficie e che ben contrasta la morbidezza generale di questo piatto.
Esperimento, chiamiamolo così, riuscito.
E tu? Sei una pianificatrice o un’organizzatrice?

Cocotte di tonno, patate e rosmarino

400 gr di patate
320 gr di tonno sott’olio
2 uova
rosmarino
olio evo
pangrattato q.b.
sale
pepe

 

Lessa le patate in abbondante acqua, lasciale raffreddare, sbucciale e passale nello schiacciapatate. Mettile in una ciotola.
Sgocciola il tonno, uniscilo nella ciotola con le patate, aggiungi il rosmarino tritato, un po’ di pangrattato, sale e una macinata di pepe.
Sbatti leggermente le uova e uniscile all’impasto. Mescola vigorosamente per amalgamare gli ingredienti.
Riscalda il forno a 200 °C. Riempi le cocottine con il composto e aggiungi del pangrattato in superficie, insieme a un po’ di rosmarino.
Inforna per 30 minuti, appena tolte dal forno aspetta 5-10 minuti prima di servire, saranno bollenti!

 

La voglia di cucinare

Non è semplice inventarsi un piatto nuovo o una rielaborazione di uno tradizionale. No, non è semplice. 
A volte non ho voglia nemmeno di aprire il frigo o sbucciarmi una mela, figuriamoci! Ma poi i morsi della fame si fanno sentire e una bambina che di certo non si può lasciare morire di fame aiuta ad aprire quel frigo, a sbucciare quella mela e a inventare.
E poi una volta aperta la porta del frigo scatta una molla e il cervello inizia a fare abbinamenti. Non ci si può fare niente, è solo la passione per la cucina. Ma ho sentito dire che capita anche a chi per la prima volta si avvicina ai fornelli. “e se ci mettessi anche…” è una frase di uso comune. 
Io l’ho detta da bambina a mia madre, l’ho detta davanti a un frigo da sposina e la ripeto adesso. A volte anche ad alta voce. 
E ieri dopo quell’attimo in cui la mia mente a tutto pensava e tutto voleva tranne che cucinare, mi sono ritrovata con le uova in una mano, un riso avanzato nell’altra e la voglia di vedere se quell’abbinamento si poteva fare. Magari aggiungendo un qualcosa e mettendo tutto in forno. 
E per l’immagine? Della serie “anche l’occhio vuole la sua parte?” Perché la frittata al forno, ammettiamolo, non è che sia così bella da vedere, ma se la nascondessi dentro una cocotte? Ecco, soluzione trovata.

Frittata al forno in cocotte

4 uova
1 scalogno
latte
parmigiano grattugiato
riso selvatico
pepe
erba cipollina

Preriscaldare il forno a 180°C. 
In una ciotola mescolare le uova con il latte, il parmigiano, lo scalogno tagliato molto sottile e l’erba cipollina. Salare e pepare. Aggiungere il riso e mescolare.
Dividere il composto nelle cocotte infornare per 20 minuti.

Baked omelet casserole 

4 eggs 
1 shallot 
frying oil olita 
milk 
grated Parmesan cheese 
wild rice 
pepper 
chive 

Preheat oven to 180 ° C. 
In a bowl mix the eggs with the milk, Parmesan cheese, finely chopped shallots and chives. Season with salt and pepper. Add the rice and stir. 
Divide the mixture into casserole and bake for 20 minutes.

Di paragoni fra genitori e ricordi

Ebbene lo ammetto, questa settimana mi sto facendo una serie di piatti che mi coccolano proprio. 
Fatta la prima, arrivo anche a farvi la seconda confessione: mio marito riesco a farlo abbonire su zuppe e piatti in cocotte soprattutto quando sto male quindi… ne ho decisamente approfittato!
Ok, mi sento meglio ora. Almeno voi sapete tutto. Cecilia anche, poi ne riparliamo su quando sarà un po’ più grandina e vediamo dalla parte chi chi starà. E’ femmina, quindi mio marito parte avvantaggiato. E poi anche io ho sempre avuto un debole per il mio papà. Però ora che sono “grande” ma soprattutto mamma, inizio a vedere con più chiarezza i motivi dietro questa scelta. Mio padre mi faceva fare tutto quello che volevo, mi portava in giro e al lavoro con lui l’estate. Qualsiasi cosa volessi non riusciva a dirmi di no. Con queste premesse è facile avere un favorito, no?
La mamma invece era quella che stava, come me anche lei ha lasciato il lavoro per dedicarsi a tempo pieno a me. Però era quella che dava le regole, i “no” venivano da lei. Ed era severa. 
Ora mi sto immedesimando in mia madre ogni giorno di più e capisco tante cose che all’epoca mi sfuggivano. Capisco la stanchezza a fine giornata quando proprio non ne puoi più di giocare e stare a quattro zampe. Capisco la rabbia e la delusione quando un piatto viene rifiutato. E penso al futuro, chissà Cecilia cosa pensa e cosa penserà di noi crescendo. Chissà.

Per ora mi godo la sua mammosità, e quando sono stanca spesso mi costringo a sforzarmi per fare quell’ultima corsa a carponi solo per vederla ridere e cercarmi. Non so quanto durerà la sua mammosità e se ci penso già mi manca.

Cocottine ripiene con peperoni e zucchine

2 peperoni
1/2 cipolla
1 zucchina
passata di pomodoro Mutti
sale
pepe
olio evo
1 albume

Tagliare a cubetti le verdure e irrorarle con olio e passata di pomodoro. Salare e pepare e disporre nelle cocottine.
Con la pasta sfoglia formare un coperchio e spennellarlo con l’albume. Cuocere per 20-25 minuti a 180°C.

Cocottine stuffed with zucchini and peppers

2 peppers
1/2 onion
1 zucchini
tomato sauce Mutti
salt
pepper
extra virgin olive oil
puff pastry
1 egg white

Dice the vegetables and sprinkle with olive oil and tomato sauce. Add salt and pepper and place in ramekins.
With the pastry to form a lid and brush with the egg white. Bake for 20-25 minutes at 180 ° C.

Cocotte con bacon

Oggi sono davvero felice perchè stasera incontrerò una mia vecchia amica che la lontananza mi ha fatto rincontrare!
E’ dalla mia laurea che non la vedo, ci siamo sentite a volte, ma fra lavoro, spostamento a Milano, matrimonio, gravidanza e l’essere mamma alla fine non ci siamo più viste.
Anche perchè ogni volta che scendo a Roma è un tram tram di parenti e amici, praticamente non ho un attimo di respiro e capita che mi scordi di qualcuno. Non lo faccio per cattiveria, è il tempo che è sempre troppo poco!
Invece questa volta si sono invertiti i ruoli! Siccome è lei a viaggiare fino qui a Milano, ha pensato bene di avvertirmi ed è stato detto-fatto! 
Non vedo l’ora di vederla, non vedo l’ora di presentarle Cecilia, non vedo l’ora di riallacciare quel legame che, sono certa, c’è ancora!
E mentre penso già a cosa preparare per cena vi lascio con la mia cena di ieri. Una cena di effetto ma che si fa con sforzo pari a zero!

Cocotte con bacon

4 uova
1 scalogno
panna
parmigiano grattugiato
fiocchi di sale falksalt affumicato al peperoncino
pepe
erba cipollina
4 fette di bacon

Preriscaldare il forno a 180°C. 
In una ciotola mescolare le uova con la panna, il parmigiano, lo scalogno tagliato molto sottile e l’erba cipollina. Salare e pepare.
Dividere il composto nelle cocotte e adagiare le fette di bacon a guarnizione. Grattugiare altro parmigiano sopra e un goccino di olio. Infornare per 20 minuti.

Bacon cocotte

4 eggs
1 shallot
extra virgin olive oil dante
heavy cream
grated parmesan cheese
pepper
chives
bacon
Preheat oven to 180 ° C.
In a bowl mix the eggs with the cream, Parmesan cheese, finely chopped shallots and chives. Season with salt and pepper.
Divide the mixture into the casserole and arrange the slices of bacon to seal. Grate more parmesan cheese on top and a little drop of oil. Bake for 20 minutes.

Asparagi in cocotte

Ieri è stata una giornata tranquilla come il resto della settimana fino alle 18, ora in cui la pupa di casa ha deciso di scalare la sedia dello studio. 
E’ proprio vero, nei due minuti che vai in bagno succede di tutto! Accosto la porta del bagno e vedo Ceci che entra nello studio “poco male, ha lì la metà dei suoi giocattoli” penso. Mi giro, faccio due passi e sento il botto e l’urlo. Penso di essermi teletrasportata perchè già ho il cecio in braccio e, dopo essermi accertata che stesse bene noto delle cose: sedia spostata, libri e tastiera a terra e qualche goccia di sangue. Ok, lo ammetto, mi si è gelato il sangue per qualche secondo prima di procedere alla “scansione di Cecilia”. 
Per fortuna niente di grave, un taglio sul polpastrello, subito medicato e incerottato. E lei si è tolta il cerotto quindi incerottato di nuovo, poi di nuovo e poi ho finito i cerotti e le ho messo quello spray! 
Insomma… ieri ho finito la giornata con la prima medicazione, per fortuna piccolissima, della mia bambina. E ho pensato che fra qualche anno me la dovrò vedere con ginocchia sbucciate e chissà quale altra cosa considerando la vivacità di questa piccola. 
Di certo non ha preso da me questo lato selvaggio, è tutta il padre. Da me ha preso la coccolosità e… la testardaggine!!

Asparagi in cocotte

250 gr di asparagi

4 uova
1 scalogno
olio evo dante
panna
parmigiano grattugiato
pepe
Preriscaldare il forno a 180°C.  
Pulire e mettere a bollire gli asparagi. Quando sono pronti tagliarli a pezzi molto piccoli lasciando intere solo le punte.
In una ciotola mescolare le uova con la panna, il parmigiano e lo scalogno tagliato molto sottile, salare, pepare, aggiungere per ultimo gli asparagi.
Dividere il composto nelle due cocotte e adagiare le punte degli asparagi a guarnizione. Grattugiare altro parmigiano sopra e un goccino di olio. Infornare per 20 minuti.

Asparagus in cocotte

9 oz asparagus
4 eggs
1 shallot
extra virgin olive oil dante
heavy cream
grated parmesan cheese
pepper

Preheat oven to 350° F.
Cook the asparagus in the boiling water for 1 minute then cut the asparagus on the bias into 1/8-inch slices. 
In a bowl mix the eggs with the heavy cream, Parmesan cheese and finely chopped shallot. Add the asparagus and season to taste with salt and pepper. 
Divide the asparagus mixture in cocotte and garnish with the asparagus tips. Sprinkle with Parmesan cheese and oil. Set the pot in oven and bake for 20 minutes.

Cocotte sostanziose in sfoglia

Così continuiamo le “ricette con la mamma” e ci stiamo davvero dando da fare in cucina! Sarà che è da tanto che non ci mettevamo insieme ai fornelli, sarà che, tradizionalista lei, un po’ meno io, è bello metterci al lavoro in due. E poi le cose sembrano sempre più buone quando c’è qualcuno che ci aiuta. Specie qualcuno di così speciale. Ok, lo so, sto diventando zuccherosa e inspiegabilmente non so perchè ancora non abbiamo discusso su nemmeno una cosa. Forse ci mancavamo troppo.
Eh, l’ho fatto di nuovo! Vi farò venire il diabete. Ma sopportatemi questa settimana. E’ solo questa lo giuro!
Ma veniamo al piatto di oggi. Una cocottina giusto per far innamorare anche mamma delle piccole portate. Piccole ma… impegnative! Anzi, “sostanziose”, come dice lei!

Ingredienti (2 cocotte):
– 200 gr di carne trita
– insaporitore vinchef

– 2 patate medie
– 2 uova
– sale
– pepe
– olio evo
– 1 rotolo di pasta sfoglia

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi.
Lessare le papate in acqua bollente salata per 5/7 minuti. Scolatele e tagliatele a dadini.
Disporre la carne trita sul fondo delle due cocotte, salare, pepare, insaporire con vinchef, e aggiungere le patate.
Rompere le uova sopra scartando un pochino dell’albume e con la pasta sfoglia ricavate un reticolo e disporlo sopra come fosse una crostata. 
Ripetere l’operazione con la seconda cocottina e infornare per 20 minuti. 
Ps: ho esageratamente rimepito le mie cocotte che, cuocendo, hanno rotto il reticolo di sfoglia. Questo ha fatto fare una grossa risata a mia madre che non è amante dei cibi “perfetti”!

Cocottine con uova e topinambur

Oggi si inforna. Ieri ho messo a rinfrescare la pasta madre e quindi oggi si inforna. Però io odio lo spreco, anche quello elettrico anzi, se qui ci fosse mio marito direbbe soprattutto quello, penso non ne possa più di sentirmi dire “la luce, spegni la luce quando esci dalle stanze”! Ma se in tutti questi anni ancora non ha imparato io che posso farci?
Ok, chiusa parentesi familiare, riprendiamo a infornare.
Quindi, aspettando che il forno arrivi a temperatura mentre io preparo ancha da mangiare a Cecilia sapete che faccio? Un antipasto. Che tanto si dovrà freddare quindi sfruttando il forno che si scalda ancora un po’ per il pane ho il tempo per dare da mangiare a Cecilia, finita la sua cena si può infornare il pane e, mentre la cena è sul fuoco, io e il marito ci gustiamo questo sfizio!
Non male, no? Sembra tutto calcolato. E per una volta tanto i tempi coincideranno!

Ingredienti (2 cocotte):
– 200 gr di topinambur
– 2 uova biologiche
– pepe
– olio evo

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Lessate il topinambur in acqua bollente salata per 5/7 minuti. Scolatelo, spellatelo e tagliatelo a fette lasciandone un pezzetto da grattugiare.

Disponete le fette di topinambur sul fondo delle due cocotte, rompete il primo uovo in un piatto e versatelo sul topinambur scartando un pochino dell’albume. Ripetete l’operazione con il secondo. Grattugiate il resto del topinambur, pepate e infornate per 20 minuti. 
Servite con del pane tostato.