Cookies cacao e prugne: ricetta dei desideri

cookies-cacao-prugne
Cecilia ha sempre odiato mangiare la frutta. Le piacciono mele, pere, banane e avocado, il resto non lo assaggia nemmeno.
E’ sempre stato un problema e ora che Cornelia sta crescendo il problema si raddoppia.
No, non è Cornelia il problema, lei è davvero una buona forchetta e si mangia qualsiasi cosa abbia davanti. Il problema è che la gente tende a fare i paragoni.
Al ristorante qui spesso Cecilia e Cornelia si dividono il piatto, la sorellina di solito è quella che si spazzola tutta la sua parte (guardando anche con avidità la parte della sorellona!) e le cameriere non poche volte le hanno detto “è più brava tua sorella di te”. Ora, per fortuna, finché lo dicono in inglese lei non può rimanerci male, ma a me inizia a stare sui nervi questa cosa.

Anzi, un po’ tutto in verità, sia il fatto che Cecilia mangia come un uccellino sia chi fa i commenti. Io non giustifico mai ma non rispondo nemmeno. Sorrido, porgo il piatto e basta.
Ma che fastidio mi da non puoi capire! Mi verrebbe proprio da rispondere male a volte, specie a chi insiste e indica anche con il piatto quando capisce che siamo stranieri. Ma un pacchetto di fatti vostri, no?

Io ho i miei metodi per far assaggiare le cose al cecio di casa (che fra l’altro, i ceci non li mangia). Quando proprio non c’è
verso di farle assaggiare una cosa la infilo nei dolci. Funziona? Non sempre, ma a volte si.
Anche il cucinare insieme aiuta, perché vede esattamente quello che metto dentro e, a meno che il dolce non le sia piaciuto, la prossima volta a tavola so che lo mangia.

La sfida di questa volta? Le prugne.

I frutti venivano mangiati per mantenere le promesse o come accordo fra le parti. Mi sembra davvero ideale quindi per noi. I nostri accordi culinari di solito portano buoni frutti 😉
Lo sapevi che gli indiani Dakota mettevano i noccioli delle prugne selvatiche nel terreno attorno al villaggio per attirare i favori del Grande Spirito?
Io non ho piantato noccioli in verità, ma un desiderio l’ho espresso!

E con Cecilia abbiamo impastato questi cookies cacao e prugne, senza uova per necessità dato che le avevo finite. E a dire il vero poi non se ne è sentita proprio la mancanza.
I biscotti sono molto friabili e burrosi, si inzuppano benissimo e ricordano i nostri frollini (ma lo sai che qui in Nuova Zelanda non esistono frollini ma solo shortbreads?). A noi sono piaciuti e già domani mi è stato chiesto di rifarli.
Io ho il rammarico di non aver potuto mettere delle vere prugne fresche nell’impasto perché qui non è stagione, ma con quelle secche il sapore è uscito fuori lo stesso.
Però se puoi cambia la ricetta e al posto delle 3 secche metti una bella e grossa prugna fresca.
Poi però fammi sapere come vengono 😉

cookies-cacao-prugne-desideri

Cookies cacao e prugne senza uova

1 cucchiaio di cacao in polvere
1 tazza di farina 00
3 prugne secche
1 cucchiaino di lievito in polvere
6 cucchiai di zucchero
5 cucchiai di burro ammorbidito
2 cucchiai di latte

Prendi le prugne e tritale il più possibile con un coltello.
In una ciotola mescola il cacao con la farina e il lievito.
In un’altra ciotola sbatti il burro con lo zucchero. Aggiungi le prugne, il latte e per ultimo il composto secco di farina.
Amalgama bene e lascia riposare il panetto per una decina di minuti.
Preriscalda il forno a 180°C.
Taglia i biscotti servendoti di un coltello, disponili su una teglia e infornali per 15 minuti.
Lasciali raffreddare su una gratella poi riponili in una scatola di latta.
cookies-cacao-prugne-architectoftaste