Lavanda – Lavandula

Lavanda
La lavanda, (lavandula) è una pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, dall’aspetto di piccola erbacea annuale o perenne dalla tipica infiorescenza a spiga.
Per la presenza di sostanze aromatiche, molte specie di questa famiglia sono usate in cucina come condimento, in profumeria, liquoreria e farmacia.

UN PO’ DI STORIA

La storia della lavanda ha radici lontane, tuttavia è difficile ricostruirne la strada.
L’ipotesi più diffusa è quella del barone Gingins-Lassaraz, che vede come precursori nello studio della lavanda Dioscoride e Plinio il Vecchio.
Dioscoride è il primo, nel 50 d.C., a citare l’erba odorosa stoecha, che prenderebbe il nome dalle isole stecadi nelle quali è diffusa, e che usualmente si considera proprio la Lavandula stoechas.
Ma il nome lavanda viene dal gerundio latino “lavare” per alludere al fatto che queste specie erano molto utilizzate nell’antichità per detergere il corpo.

COLTIVAZIONE E CONSERVAZIONE

Le specie del genere Lavandula sono diffuse nel bacino del Mediterraneo, nell’Africa, nell’Asia e in Oceania.
L’habitat è quello tipico da temperato a subtropcale.
Le specie di questo genere hanno un portamento arbustivo o subarbustivo o cespitoso-arbustivo e sono fortemente aromatiche.
Le foglie sono colorate di verde cinereo.
Le infiorescenze sono terminali con i fiori raggruppati in sottili spighe, i colori variano da blu-violetto a porpora o bianco.
I fiori si raccolgono durante la fioritura, a partire da Luglio fino anche all’autunno inoltrato. Per conservarli bisogna lavarli, asciugarli e lasciarli essiccare per poi sbriciolarli e conservarli in barattolo per 6-9 mesi.

IMPIEGHI TERAPEUTICI

La Lavanda è conosciuta fin dai tempi più antichi per le sue proprietà antisettiche, analgesiche, battericide, per i dolori muscolari ed è considerata un blando sedativo.
In aromaterapia, viene utilizzata come antidepressivo, tranquillizzante, equilibrante del sistema nervoso, come decongestionante contro i raffreddori e l’influenza.
Inoltre viene ritenuta efficace per abbassare la pressione arteriosa, per ridurre i problemi digestivi ed è miscelata con altre sostanza omeopatiche per curare il mal di schiena e il mal d’orecchie.
L’olio essenziale di lavanda è l’olio più utilizzato in profumeria.

IN CUCINA

I fiori di lavanda raccolti durante la fioritura e essiccati si utilizzano come erba aromatica soprattutto per ricette dolci, ma anche salate.
Aromatizzano biscotti dolci e salati, crostate, cheesecakes, piatti di pasta e ricette a base di formaggio.
Hanno un aroma molto intenso, e bisogna pertanto dosarli con attenzione.
Se una ricetta prevede l’utilizzo del latte per l’impasto o la farcitura, è possibile scaldarlo finché non diventa tiepido, quindi lasciarvi in infusione i fiori di lavanda e lasciare raffreddare.
Anche le foglie della lavanda essiccate si possono usare, il loro aroma è più delicato e più adatto alla preparazione di ricette salate.
Si sposa molto bene con formaggi, per farcire torte salate, con la carne di vitello.

CURIOSITÀ

La lavanda è associata a Mercurio e Giove ed ai giorni di mercoledì e giovedì. La pianta veniva usata anche per la preparazione di talismani e portafortuna.
Rappresenta anche la castità e la purezza e veniva nascosta tra gli indumenti di una fanciulla per mantenere la castità fino al matrimonio.
Il suo profumo e il suo colore sono ottimi contro la depressione.
Viene ancora bruciata in mazzi al solstizio d’estate.
I fiori possono essere sparsi attorno alla casa per portare pace, e possono essere bruciati come incenso per favorire il sonno.
Qualche goccia di olio essenziale, aggiunta nell’acqua del bagno, aiuta a rilassare.
Per uso cosmetico, se utilizzata nell’ultimo risciacquo, quando si lavano i capelli, oltre che dare un profumo delizioso, aiuta a combattere i capelli grassi.
I fiori di lavanda, contrariamente a tante altre specie, conservano a lungo il loro aroma anche se secchi. È infatti consuetudine mettere dei sacchetti di tela nei cassetti per profumare la biancheria.

RICETTE

biscotti integrali ai fiori di lavanda
torta alla lavanda e gocce di cioccolato
pan briosche alla lavanda

Un pensiero su “Lavanda – Lavandula

I commenti sono chiusi.