Cookies all’ anice: ricetta della calma

biscotti-anice-architectoftaste
Se sei iscritta alla mia newsletter hai scoperto che a partire da questo mese ci sono interessanti novità. Se non l’hai ancora fatto (guarda che non ti riempio la mail con i miei post, te ne mando una al mese con un po’ di chiacchiere, approfondimenti e un regalo) non te ne parlo qui ma lo saprai a tempo debito 😉

Ma ora una domanda: ti rilassi mai? E come lo fai?
Io seguo questo consiglio:

“Il miglior momento per rilassarsi è quando non abbiamo neanche un momento per farlo.” S.J.… Condividi il Tweet

Infatti spesso consideriamo mente e corpo come entità distinte, quando invece sono un unico sistema strettamente integrato. Quando abbiamo certi pensieri il nostro corpo reagisce di conseguenza, e viceversa, anche il corpo può influenzare la nostra mente.
Per esempio quando sono nervosa e preoccupata tendo a respirare in modo superficiale e con maggiore frequenza. Al contrario, quando sono rilassata il mio respiro rallenta e diventa più profondo.
Ecco il segreto: il respiro. La nostra vera arma segreta contro preoccupazioni e stress.
La respirazione rappresenta anche una delle migliori tecniche di concentrazione e meditazione. Spostare il tuo focus sul movimento ritmico del respiro ti aiuta a svuotare la mente, permettendoti di raggiungere una maggiore concentrazione. Quante volte abbiamo sentito la frase “fai un bel respiro profondo?” Troppe. Stressata? Respiro profondo. Preoccupata? Respiro profondo. Nervosa? Respiro profondo. Non hai tempo e vorresti una giornata da 48 ore? Respiro profondo.

Ma ci sono delle volte che respirare aiuta si, ma serve anche un gesto, un movimento. E quando ho bisogno di muovermi io non vado in palestra ma in cucina. Vado in cucina e apro il barattolo delle spezie. Ecco, l’anice stellato, perfetto.

L’ anice stellato hai scoperto dalla mia newsletter che aiuta a calmare. Calma e lenisce il corpo e la mente.
Si ma come? I semi di anice contengono una forma di estrogeni vegetali con proprietà sedative.
Ecco perché viene spesso utilizzato per alleviare mal di testa e la tosse. E perché lo troviamo in diversi medicinali.
Le sue proprietà rilassanti sono note dai tempi degli antichi romani che davano, a fine nozze, una torta all’anice agli sposi così da calmare le coppie nervose per la prima notte insieme!
I monaci medievali invece usavano i semi per un tè aromatico che favoriva la meditazione.

E’ per le sue proprietà che l’ho scelto come spezia per questi biscotti. Anzi, per questa rivisitazione degli americanissimi cookies.
I cookies sono biscotti che adoro, friabili quanto basta, secchi al tatto ma burrosi al palato.
Li amo, ma questo già l’ho detto.
Li faccio spesso, i classici con gocce di cioccolato, o con la frutta secca. Non mi ero mai allontanata troppo dalle versioni classiche proprio per non rimanere delusa.
Poi ho osato. Un cookie all’anice. Eh si, si può fare!
Rimangono friabili e il gusto dell’anice ben si sposa con il burro dell’impasto. Un sapore fresco in bocca, addolcito dal dolce forte dello zucchero di canna.
E se poi mi aiutano anche a rilassarmi potrei eleggerli a biscotti preferiti con il rituale: morso, respiro profondo, altro morso,…
Che ne dici?
biscotti-anice-architect-of-taste

Cookies all’anice

170 gr di zucchero di canna
150 ml di olio di semi (o altro olio vegetale)
60 ml di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaio di fecola di patate
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di bicarbonato
100 gr di farina 00
1 cucchiaio di semi di anice

In una ciotola sbatti energicamente l’olio con lo zucchero. Aggiungi il burro e continua a lavorare il composto fino ad ottenere una crema.
Unisci quindi la fecola, il sale e il bicarbonato. Mescola e aggiungi la farina poi lavora il tutto con una spatola fino ad ottenere un impasto omogeneo e ben compatto.
Unisci all’impasto i semi, rilavora il tutto e preleva delle palline di impasto poco più grandi una noce. Appiattiscile leggermente con le mani e disponile man mano, distanziandole, su una teglia foderata con carta forno.
Fai cuocere in forno statico ben caldo a 180° per circa 10 minuti. I bordi dovranno risultare leggermente dorati, mentre il cuore dei biscotti risulterà morbido e cedevole al tatto. Non preoccuparti, come si raffredderanno si induriranno!

biscotti-anice

10 pensieri su “Cookies all’ anice: ricetta della calma

  1. Ipasticciditerry ha detto:

    Io adoro i cookie, sarà il prossimo dolcetto che farò. Anche l’anice mi piace e mi rilassa, è vero. Lo avevo già letto da qualche parte. Io ho imparato a respirare con il diaframma da ex sportiva. Adesso vado a cercare la ricetta dei tuoi cookie classici cosi vediamo se è uguale alla mia. Un bacio Arianna

    • arianna ha detto:

      L’anice stellato può essere utilizzato allo stesso modo dell’anice “normale”, quello verde. Lo puoi utilizzare sia intero che macinato ma in piccole quantità perché l’aroma è molto intenso. Anche lui è molto aromatico e dal sapore dolciastro, leggermente mentato.

  2. ziaConsu ha detto:

    Non conoscevo queste preziose proprietà dell’anice ed è un bene che ne vada matta ^_^
    I tuoi biscotti mi hanno convinta..non mi resta che correre in cucina a farli ^_^
    Buona giornata Ari <3

  3. Veronica ha detto:

    Grazie cara per le info su questa Spezia che adoro e i tuoi biscotti devono essere profumati e deliziosi . Da provare!!!

  4. tizi ha detto:

    non conoscevo le proprietà dell’anice e devo ammettere che anche a me a volte servirebbe un aiutino per tenere a bada lo stress! proverò i tuoi cookies (che tra l’altro hanno anche il vantaggio di essere più leggeri rispetto ai loro cugini cioccolatosi!)
    buona serata cara 🙂

    • arianna ha detto:

      Sono contenta ti siano piaciuti, ed è vero, sono un po’ più leggeri dei loro cugini ma sempre peccaminosi!!
      Buona serata anche a te 😉

I commenti sono chiusi.