Coda alla vaccinara

Non c’è niente da fare, per questa nostra via dei sapori non mi vengono in mente altri piatti se non quelli della cucina romana!
Però stavolta vi parlo di un signor piatto, quello che non a tutti piacerà ma che se piace sarà la vostra rovina!
Sto parlando di un piatto della cucina romana “povera”, che veniva preparato nelle osterie del quartiere romano dei “Vaccinari”, cioè coloro che macellavano la carne.
Avete capito di cosa si tratta? Ebbene sì, della coda alla vaccinara!
Per chi non l’avesse mai mangiata posso dire che, come carne, è molto simile allo spezzatino ma più grassa. Inoltre il sugo è una cosa davvero speciale, se faccio la coda noi tre ci finiamo anche la pagnotta che cuocio. E meno male che ne lascio sempre da parte un po’ per la pasta altrimenti finirebbe anche quello!
Infatti a Roma è usanza condire con il sugo della coda i rigatoni. A mio parere i rigatoni, le fettuccine,… tutto sta bene con il sugo della coda ma provatelo con gli gnocchi: vi stupirà!

Coda alla vaccinara

1 kg di coda di bue
olio evo
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
2 spicchi di aglio
prezzemolo
chiodi di garofano
400 ml di vino bianco
500 gr di passata
500 gr di pelati
sale
pepe
1 cucchiaino di cacao
Preparare un trito con aglio, cipolla, carota e sedano. Tritare a parte anche il prezzemolo.
In una pentola capiente mettere l’olio, unire la coda e farla sbianchire. Aggiungere i chiodi di garofano, il trito di verdure e una manciata di prezzemolo, salare, pepare, sfumare con il vino e lasciare cuocere a fuoco basso, con il coperchio, per 20 minuti. Trascorso questo tempo, aggiungere i pelati, la passata, e mescolare.
La coda dovrà cuocere, coperta e a fuoco basso, per un minimo di 2-3 ore: la carne sarà pronta quando accennerà a staccarsi dall’osso.
Poco prima di spegnere il fuoco, prelevare un mestolo di sugo nel quale sciogliere un cucchiaino di cacao, aggiungetelo alla coda e fare cuocere per gli ultimi 15 minuti.

Oxtail

1 kg oxtail
extra virgin olive oil
1 onion
1 carrot
1 celery
2 cloves of garlic
parsley
cloves
400 ml of white wine
500 grams of past
500 grams of peeled
salt
pepper
1 teaspoon cocoa
Chop garlic, onion, carrot and celery. Chop the parsley also.
In a large pot put the oil, add the tail and make blanching. Add the cloves, the chopped vegetables and a handful of parsley, salt and pepper, sprinkle with the wine and cook over low heat, with the lid, for 20 minutes. After this time, add the tomatoes, the past, and mix.
The tail should cook, covered over low heat, for a minimum of 2-3 hours: the meat is ready when will mention to break away from the bone.
Just before you turn off the heat, take a ladle of gravy in which dissolve a teaspoon of cocoa, add it to the queue and cook for the last 15 minutes.

10 pensieri su “Coda alla vaccinara

  1. Claudia ha detto:

    E nonostante sia romana.. sai che non ho mai mangiato questo piatto??? Mi dovrò recare in una delle tipiche osterie di Roma.. oppure farmelo in casa con la tua ricetta.. che mi sembra ottima.. Io porto il pane se mi inviti da te però! smackkk

  2. Unafettadiparadiso ha detto:

    È comunque cucina italiana perciò è perfetta. Mia madre la sa cucinare benissimo…..io non ho mai provato…anche la tua versione sembra buona. Io devo ancora pensare ad una ricettiva per il contest. ..ma arriverò

  3. veronica ha detto:

    Quanto sono curiosa di assaggiarla. La cucina Romana e' tra le mie preferite ma purtroppo non ho avuto modo di assaggiare molti piatti. Quindi grazie per la ricetta

  4. serena ha detto:

    Invece io non conosco affatto la cucina romana. Resto sintonizzata 🙂 PS. mi hanno disattivato l'account facebook .. metterò le foto nella fan page https://www.facebook.com/glisfizidiserena .. per fortuna sono riuscita a fare un back up prima che staccassero tutto e stasera ho inserito i vecchi album della via dei sapori .. 🙁

I commenti sono chiusi.