Turskapiiras

A dispetto del nome, che mi ha fatto pensare al tacchino del giorno del ringraziamento, qui si parla di tutto tranne che di tacchini. E decisamente non è una ricetta che viene dall’America ma da quel fantastico posto dove vi stiamo, almeno virtualmente, portando io e Serena: la Finlandia.
Il pesce in Finlandia di certo non manca, anzi ce n’è anche troppo per chi, come me, non lo ama molto. Per la carne invece si buttano a capofitto sulle renne, che mi fa più tenerezza di un capriolo anche se ancora non mi spiego il motivo. Rudolf proprio non lo voglio mangiare. Bambi si però.
Vabbè, lascio perdere la carne per ora e mi butto a capofitto a spiegarvi questa torta rustica.
Una torta molto diversa da quelle che faccio io anche se nei miei 4 anni di blog mi era già capitato di farne con il pesce, come quella di merluzzo e verdure, quella di spada, olive e pomodori secchi e quella di salmone e zucchine (perdonate le foto di queste, lo dico sinceramente, non si possono guardare!). Questa però mi ha particolarmente colpita.
Rimane molto cremosa all’interno ed è piaciuta tantissimo anche alla piccola di casa. Il connubio fra pesce e pancetta mi è davvero rimasto impresso e lo replicherò al più presto, una scoperta che voglio mettere “in pasta” al più presto.
E anche stavolta la Finlandia mi ha regalato un sapore diverso con un piatto salato davvero particolare. Sapete una cosa? Amo sperimentare nuove cucine e la nostra rubrica mi regala la giusta spinta quando sta vincendo la pigrizia!

Turskapiiras

500 gr di farina di grano saraceno
500 gr  di merluzzo
250 gr di pancetta
110 gr di burro
300 gr di patate
½ tazza di latte
1 uovo
sale
pepe

 

Versare la farina sulla spianatoia, disporla a fontana, mettere al centro il burro ammorbidito, un pizzico di sale ed acqua quanta è sufficiente ad ottenere un’impasto morbido ed elastico.
Formare quindi una palla e lasciarla riposare in frigo per circa 1 ora.
Intanto tagliate il merluzzo e la pancetta a pezzetti e lessate le patate.
Appena le patate sono cotte fatene un purè con il latte e 20 gr di burro. Versare poi il pesce e la pancetta, condite con qualche fiocchetto di burro, salate, pepate e lasciate raffreddare.
Tirare la pasta con il matterello e ricavare due sfoglie, imburrare la teglia, infarinarla e foderare il fondo con una sfoglia di pasta, lasciando i bordi più alti.  Versare il ripieno e coprire con la seconda sfoglia.
Bagnare i bordi delle due sfoglie con dell’acqua e premerli bene, in modo da saldarli. Spennellare infine la superficie della torta con l’uovo sbattuto e bucherellarla con i rebbi di una forchetta prima di metterla in forno a 180°C per 40 minuti.

Turskapiiras

500 grams of buckwheat flour
500 grams of cod
250 grams of bacon
110 g butter
300 grams of potatoes
½ cup milk
1 egg
salt
pepper
Pour the flour, place a mound, put the center the softened butter, a pinch of salt and water as it is sufficient to obtain un’impasto soft and elastic.
Then form a ball and let rest in refrigerator for about 1 hour.
Meanwhile, cut the cod and the bacon into small pieces and boil the potatoes.
As soon as the potatoes are cooked into a paper mashed with milk and 20 grams of butter. Pour the fish and bacon, served with some butter, salt and pepper and let cool.
Roll out the dough with a rolling pin and cut two sheets, buttering the pan, sprinkle with flour and line the bottom with a sheet of dough, leaving the edges higher. Pour the filling and cover with the second sheet.
Moisten the edges of two sheets with water and press them well, in order to weld them. Brush finally the surface of the cake with beaten egg and prick with the tines of a fork before putting it in the oven at 180 ° C for 40 minutes.

2 pensieri su “Turskapiiras

  1. serena ha detto:

    ciao Ari, anch'io mi rifiuto di mangiare Rudolf .. meglio il pesciolino, che penso sia davvero buono in Finlandia!! Inserisco stasera e torno al lavoro .. tempo finito! Un abbraccio grande 🙂

I commenti sono chiusi.