Torta di Mele – Manuale di Nonna Papera

Continuo la via dei sapori con Nonna Papera questa volta! Mi sembra assurdo eppure come apro il libro trovo ricette che vengono dal Regno Unito! Non posso far altro che considerarlo un segno, giusto?
Quindi, con grande gioia di mio marito che ne va matto, ecco uno dei dolci più famosi che ha avuto i suoi natali proprio in Inghilterra.
Si parla della torta di mele, uno dei dolci più conosciuti del mondo e più semplice da realizzare.
Per questa volta ho fatto delle tortine di mele, colpa di una partita di mele che ho scoperto rovinate, se ne è salvata solo 1/2 di un pacco di un kg! A parte la rabbia non potete capire la delusione quando a Cecilia ho detto che non ci sarebbe stata la torta. Ma con infinita pazienza mi sono messa a sbucciarle finchè non ho trovato qualche fetta buona.
Una mini tortina che alla fine sono diventate due, per grande gioia del cecio (e del marito, ammettiamolo, già si era visto soffiare la tortina dalla figlia!).
Ma queste tortine, partite con il piede sbagliato, hanno anche avuto una cottura turbolenta… “colpa” del telefono ecco qui che si sono anche sbruciacchiate! 
L’impasto di Nonna Papera è buonissimo, semplice e leggero, la mia base preferita. Le mele poi, erano pochine, lo ammetto, e forse un po’ troppo zucchero data la mini dimensione delle tortine, ma sono state spazzolate lo stesso!
Ps: per le mie tortine ho usato 1/10 delle dosi e le ho cotte negli stampi barchette della happyflex!


Torta di Mele – Manuale di Nonna Papera

“Un barone scozzese potrebbe benissimo limitare la propria attività a passeggiare per i viali del suo castello, con il gonnellino scozzese, il cane scozzese al guinzaglio ed un bicchierino di whisky scozzese a portata di …baffi. E invece che cosa ti combinò Nepero, che era appunto un barone scozzese? Inventò i logaritmi, cioè un modo per semplificare i conti tale da far venire i calcoli…al fegato dei poveri studenti, naturalmente! Per riconfortare i tapini, Nonna Papera propone questa ottima torta di mele.”



200 gr di farina
150 gr di zucchero
1 bustina di lievito
2 uova
latte (80 gr circa)
scorza di limone
1 Kg di mele
Sbattete bene le uova con lo zucchero e aggiungete a poco a poco la farina setacciata insieme al lievito e la scorza di limone, aggiungendo via via il latte per mantenere morbida la pasta. Ungete e impanate (o infarinate ndr) una tortiera e versate la pasta. Intanto avrete sbucciato e tagliato a fette il più possibile regolari, le mele: mettete elegantemente le fette sopra la pasta e cospargete di zucchero e qualche fiocchetto di burro. Cuocete per circa mezz’ora in forno moderato.

Apple Pie – Manual of Grandma Duck 

“A Scottish baron may well limit their activities to walk along the paths of his castle, with the Scottish kilt, the Scottish dog on a leash and a glass of Scotch whiskey. Instead, what did Napier, a Scottish baron? Invented logarithms ! to comfort students, Grandma Duck offers this great apple pie.”



200 grams of flour 
150 grams of sugar 
1 packet of yeast 
2 eggs 
milk (about 80 grams) 
lemon zest 
1 kg of apples 

Beat the eggs with the sugar and add gradually the flour sifted with the baking powder and lemon zest, gradually adding the milk to keep the dough soft. Grease and breadcrumbs (or flour ed) a cake tin and pour the pasta. Meanwhile, you’ll peeled and cut into slices as possible regular apples: Put elegantly slices over the dough and sprinkle with sugar and some butter. Cook for about half an hour in a moderate oven.

8 pensieri su “Torta di Mele – Manuale di Nonna Papera

  1. LaRicciaInCucina ha detto:

    Belleeee!!!! eh beh sì…è proprio un segno! Spero di riuscire a partecipare di nuovo anch'io alla via dei sapori :-). Che peccato per le mele! Quest'anno anch'io ho avuto non pochi problemi con le suddette: dopo pochi gg dall'acquisto mi è capitato di trovarmele con delle patacche scure sulla maggior parte della loro superficie. Come fossero dei lividi, per intenderci! ^_^ va beh…
    ma sai che LoveOfMyLife x il nostro 3° anniversario mi è andato a scovare in un mercatino il manuale di nonna papera?!?!?!? presto proverò anch'io qualche ricettina!!! Un bacione

  2. Claudia ha detto:

    Cavolo quanti inconvenienti!!!!! ma tu sei stata bravissima… son troppo carine da vederee chissà che delizia! La base è bella leggera senza burro nè olio.. smack

  3. serena ha detto:

    Ciao Arianna, e vai con la prima ricetta!!! Io partirò la prossima settimana 🙂 Nel frattempo mi godo le tue barchette, sai che sono carinissime presentate nei ministampini!? un abbraccio a tutti voi 🙂

  4. Mila ha detto:

    Ma quanto mi piace il tuo blog e poi hai tutte queste ricettine del manuale di nonna Papera che sono una meraviglia!!!!
    Ovviamente mi sono subito segnata tra i tuoi lettori

I commenti sono chiusi.