Biscottini stampati – Manuale di Nonna Papera

Non so a te ma a me i biscotti piacciono “senza forma”. Non posso farci nulla, anche se sono piena di stampini per biscotti (e per piena intendo questo set più altri già comprati in precedenza oltre la sparabiscotti!) alla fine se faccio una frolla preferisco renderla un cilindro e semplicemente affettarla! Mi piace tantissimo poi avere fra le mani questi biscotti un po’ rustici, tutti diversi l’uno dall’altro, che non so mai in quanti morsi finiranno.
E così anche questi biscotti di Nonna Papera hanno subito lo stesso trattamento. I “biscottini stampati” stavolta sono tutto tranne che stampati! Ma il sapore è sempre lo stesso, sanno di buono, di casa, di veri biscotti della nonna!
La consistenza è davvero morbida, non si induriscono troppo all’aria, e per conservarli io li tengo in una scatola di latta ben chiusa. Durano un paio di giorni, tre se li faccio la sera quindi non arriva subito Cecilia a reclamarne qualcuno.
Perfetti per la colazione e per l’inzuppo vi stupiranno per quanto liquido riescono a trattenere. E non si spezzano facilmente ammollati. E per me, che odio il biscotto che mi finisce a mollo in tazza e mi costringe al cucchiaino bhè, questi rimangono i miei biscotti preferiti per la colazione!
Poi c’è quel sentore di limone che li rende un po’ freschi. E qui la fantasia si può scatenare perchè il limone può essere sostituito a piacimento: lime, arancia, mandarino, pompelmo… ogni agrume sta bene con questa base!
Un unico passaggio salto quasi sempre in questa preparazione, l’aggiunta finale dello zucchero sulla superficie. Sebbene altri biscotti non possano far a meno dello zucchero sopra, come quelli della brigitta o i classici al burro, in questi proprio non mi piace, li rende troppo dolci. 
Ma sono gusti, consiglio sempre di provare con e senza. E poi decidi!

Biscottini stampati – Manuale di Nonna Papera

“Il signore di cui facciamo adesso la conoscenza è nemico giurato di Pico de’ Paperis. Pensate, Pico aveva fatto un’invenzione bellissima, ci aveva lavorato su per mesi e mesi e l’aveva chiamata stampa. Bè, ci credereste? L’aveva già inventata lui, un certo Gutenberg, nel quattrocento! Come? Già i cinesi… quattro secoli prima avevano i caratteri mobili da stampa? Ma allora è un vizio!”


175 gr di farina 00
75 gr di farina di mais finissima
75 gr di burro
100 gr di zucchero
mezza bustina di lievito in polvere
la scorza grattugiata di mezzo limone
2 uova
un bicchierino di liquore 
una presa di sale

Fate la pasta unendo tutti gli ingredienti, tranne un albume che metterete da parte per lucidare i biscotti e impastate per 10 minuti. Fate riposare in frigo.
Poi stendete la pasta col mattarello all’altezza circa di un centimetro e ritagliare con lo stampino le stelline (o i cuori o quel che volete!). Imburrate e infarinate leggermente la piastra del forno e disponeteci sopra i biscotti. Ricordatevi che cuocendo crescono, perciò lasciate loro lo spazio necessario! Lucidateli con il bianco dell’uovo, spolverate di zucchero e fate cuocere nel forno a 190°C per 15/20 minuti. Per essere sicuri che i biscotti siano cotti, prendetene uno e spezzatelo a metà. Potete mangiarli caldi o conservarli in una scatola ben chiusa.

Biscuits printed – Manual Grandma Duck

” The sworn enemy of Pico de’ Paperis . Pico had made an invention beautiful , we had been working for months and had called the press. Well , would you believe ? She had already invented it, Gutenberg in the fifteenth century ! Already the Chinese four centuries before … had the movable type printing press ! “
175 grams of flour 00
75 grams of fine cornmeal
75 grams of butter
100 grams of sugar
half a bag of baking powder
the grated rind of half a lemon
2 eggs
a shot of liquor
a pinch of salt
Make the dough by combining all the ingredients, except egg white that you will put aside to polish the biscuits and mix for 10 minutes. Let it rest in the fridge.
Then roll out the dough with a rolling pin height about an inch and cut out the stencil with the stars (or hearts or whatever you want!). Grease and lightly flour the top plate of the oven and disponeteci cookies. Remember that cooking growing up, so leave them the space you need! Lucidateli with the egg white, sprinkle with sugar and bake in the oven at 190°C for 15 /20 minutes. To ensure that the biscuits are cooked, take one and Break it in half. You can eat them hot or store in a tightly closed box.

12 pensieri su “Biscottini stampati – Manuale di Nonna Papera

  1. veronica ha detto:

    Brava cara anche a me piacciono cosi' belli rustici e senza quelle forme che quasi non sai da dove prenderli. Ricetta salvata, buon w.e.

    • arianna ha detto:

      Thank you ^^ "the manual of grandma duck" is a book of my childhood, very important for my kitchen experiments!
      I see your recipe and.. it looks so yummy! Thank you for share ^^

I commenti sono chiusi.