Marmellata di Cuzco – Manuale di Nonna Papera

Che ne pensate di questa stoffa? Ho trovato a Parigi un negozietto che stava chiudendo e metteva tutti gli scampoli a pochi euro e… ne ho approfittato!
Nono sapendo cucire ho pensato semplicemente a stoffe da abbinare a regali culinari e soprattutto a marmellate! 
Adoro le marmellate e quando sono ricoperte da stoffe sfiziose mi viene ancor più voglia di comprarle!!!
Approfittando delle ultime arance ho rispolverato la marmellata di Nonna Papera, che non avevo mai fatto, e devo dire che è davvero ben riuscita!
Niente assaggi per me, sono a dieta ricordate (eh si, resisto ancora!), ma ne ho fatto un vasetto di solo due arance per una mia amica che mi ha appena dato la bellissima notizia della sua gravidanza. 
Per ora si vizia la mamma, giusto?
Vi lascio con una fetta di pane e un velo di burro per accompagnare questa marmellata e vi auguro un buon week end!

Marmellata di Cuzco – Manuale di Nonna Papera

“E’ questa la classica ricetta della marmellata di arance, che Nonna Papera ha chiamato Cuzco in omaggio all’antica capitale del regno Incas. Abbiamo ripreso il filone degli Incas unicamente per darvi la strabiliante notizia che proprio a Cuzco (Perù) o nel lago Titicaca (Bolivia) è sepolto da qualche parte il tesoro “più” di tutti quelli attualmente “non” in circolazione… essendo seppelliti chissà dove.”
arance
zucchero 
acqua

Prendete 6 arance dolci, bucherellate tutta la scorza con le punte di una forchetta e lasciatele a bagno per tre giorni cambiando l’acqua sera e mattina. Il quarto giorno tagliate le arance a metà e poi a pezzettini, togliendo accuratamente i semi. Pesate il tutto e poi misurate la stessa quantità di zucchero e metà del peso in acqua. Mettete le arance nell’acqua, e mentre bolle tagliate a pezzettini un limone (scorza e tutto). Dopo dieci minuti di bollitura aggiungete il limone e lo zucchero. Rimestate continuamente. Quando una “goccia” di marmellata non scivola più, togliete dal fuoco e fate raffreddare; poi aggiungete 2 cucchiai di rum e mettete nei vasetti.

Cuzco jam – Manual Grandma Duck

“This is a classic recipe for orange marmalade, which Grandma Duck called  Cuzco in homage to the ancient capital of the Inca kingdom. We have taken the Incas to give you only the news that it was in Cuzco ( Peru) or in Lake Titicaca (Bolivia) is buried treasure ” most ” of all those currently “not” in circulation… being buried somewhere.”
oranges
sugar
water

Take 6 sweet oranges, prick the entire skin with the tips of a fork and leave to soak for three days, changing the water morning and evening. On the fourth day cut the oranges in half and then cut into small pieces, carefully removing the seeds. Weighed everything and then measured the same amount of sugar and half the weight in water. Put the oranges into the water, and while it is boiling chopped lemon ( peel and all). After ten minutes of boiling, add the lemon and sugar. Stir continuously. When a ” drop ” of jam does not slide anymore, remove from heat and let cool, then add 2 tablespoons of rum and put in jars.

4 pensieri su “Marmellata di Cuzco – Manuale di Nonna Papera

I commenti sono chiusi.