Le mie prime (povere) colombe

Questo è davvero il mio primo esperimento di colomba.
Un esperimento mezzo fallito a mio avviso, e ora vi spiego subito il motivo.
Vi ricordate, ieri mi lamentavo del mio “giorno no” ma non vi ho spiegato il motivo, presa com’ero dalla sorpresa delle mie amiche.
Ecco, oggi vi spiego il motivo che è anche legato a queste mie prime colombine.
Allora, avevo gente a cena la sera del “giorno no”, una coppia di nostri amici di vecchia data, e fino al pomeriggio era andato tutto bene. L’impasto cresceva, la cena era già pronta e solo da infornare verso le 18 e io avevo pulito casa, fatto la doccia a me e al cecio e mi preparavo ad apparecchiare la tavola in maniera un po’ più accurata del solito dato che per loro era la prima volta che vedevano casa “nuova”. 
Avevo appena finito di apparecchiare con il servizio che apparteneva alla mia bisnonna, delicatissimo, ridotto a soli 4 piatti piani (ma 8 fondi e 12 da frutta!) quando squilla il citofono. 
Non possono essere loro, così in anticipo, mi domando mentre pensavo che ero ancora in tuta.
No, infatti, era un’altra coppia, in verità il ragazzo, un amico di Federico, passato per caso qui a Cernusco gli è venuta la brillante idea di farci visita e con l’occasione di presentarci la sua nuova ragazza (ne cambia una ogni mese più o meno, ormai ho perso il conto). 
E fino a qui poteva anche starmi bene, sono entrati, si sono accomodati e dopo un po’ lei mi fa la domanda “ma aspettavate qualcuno? Vedo apparecchiato.” Ecco, era impossibile non vedere la tavola dato che salotto e sala da pranzo sono da un capo all’altro della sala. E dopo aver spiegato che sì, avevamo gente a cena, hanno semplicemente chiesto se potevano unirsi.
Ok, forse sono io l’esagerata ma in questi casi non ci si dovrebbe autoinvitare ma aspettare che lo facciano i padroni di casa, giusto? O almeno, io l’ho trovata un po’ una sfacciataggine.
Ma vabbè, la roba da mangiare c’era, i posti a tavola anche, sono andata a togliere il servizio della mia bisnonna e abbiamo “aggiunto due posti a tavola”.
Ho infornato le mie minicolombe con tutta la delicatezza del caso (mi agito sempre con gli impasti che non conosco al momento di infornare). Metto il timer, mi scuso e vado a vestirmi.
Torno di là e vedo la ragazza del nostro amico che armeggia con il MIO forno. Mi precipito in cucina perchè ho pensato che era successo un macello, che ne so, è bruciato tutto, ha fatto scintille il forno o peggio.
E invece no, non era successo nulla. Aveva voluto veder la cucina “perchè mi dicono che cucini bene ed ero curiosa” e aveva notato la cena fuori dal forno decidendo, semplicemente, di aprire il forno, levare le colombe, e infornare la cena.
Cioè… aveva levato le mie colombe dal forno. E aveva infornato la cena un’ora prima.
Come non le sia saltata al collo o non le abbia urlato dietro per me resta un mistero. 
Comunque le mie povere colombe non sono per niente lievitate, erano buone ma non alte e soffici. Però la cena si è salvata.
Mi serva da lezione, la prossima volta non ci penso due volte a chiudere a chiave la cucina (o a non far restare gente a cena, ma quello dipende da chi è!!!).

Colombe con gocce di cioccolata

Primo impasto ore 20:00
50 gr di lievito madre 
35 gr di zucchero
25 gr di tuorlo d’uovo
47 ml di acqua
35 gr di burro
125 gr di farina manitoba
Secondo impasto ore 8:00
tutto il primo impasto  
35 gr di zucchero
5 gr di miele
13 ml di acqua
25 tuorli d’uovo
90 gr di farina manitoba
2 gr di sale
35 gr di burro
100 gr di gocce di cioccolata
Glassa
15 gr di albume
40 gr di zucchero
7 gr di mandorle

Primo impasto:
All’interno di una ciotola mettete il lievito, l’acqua e sciogliete bene. Poi unite lo zucchero, i tuorli e lavorate per qualche minuto. Unite la farina setacciata e impastate fino a quando il composto non risulterà compatto ed asciutto. 
Nel frattempo tagliate il burro a pezzettini e fatelo ammorbidire a temperatura ambiente. Aggiungetelo poco per volta e impastate fino a che non si assorbirà tutto.  Mettete l’impasto in una ciotola coperto da pellicola e fatelo lievitare per circa 12 ore. 

Secondo impasto ore 8.00:
Aggiungere all’impasto il miele, lo zucchero, l’acqua, i tuorli ed iniziate a lavorarlo, poi dopo poco unite la farina setacciata ed il sale. Lavorate fino a che l’impasto risulterà asciutto. 
Nel frattempo sciogliete il burro e lasciatelo intiepidire. Quando lo aggiungerete l’impasto tornerà ad essere appiccicoso, quindi impastate fino a farlo tornare asciutto ed elastico. Aggiungete le gocce di cioccolato e rovesciate l’impasto sul piano di lavoro infarinato, fate le pieghe e lasciatelo riposare per circa 40 minuti.
Trascorso il tempo dividetelo in 6 parti uguali. Prendete ogni parte e dividetela in due parti e ricavate da queste un cilindro e mettetelo all’interno dello stampo (io 6 colombe della happyflex), sarà il corpo della colomba. Prendete la parte rimasta, tagliatela a metà, date ad ognuna una forma cilindrica e mettetele nello stampo, saranno le ali.
Fate così con tutti e sei i pezzi di composto. A questo punto mettete di nuovo a lievitare per altre 12 ore.  
Preparate la glassa (volendo al potete preparare prima e conservarla in frigo fino al momento di usarla): nel bicchiere di un mixer mettete le mandorle, lo zucchero e l’albume e frullate fin ad ottenere un composto omogeneo. 
Quando le colombe saranno lievitate distribuitevi sopra la glassa.
Cuocetere in forno preriscaldato a 200°C per i primi 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 180°C per altri 25 minuti. 

Colombe with chocolate drops

First mixture 20:00
50 grams of yeast
35 grams of sugar
25 grams of egg yolk
47 ml of water
35 grams of butter
125 grams of flour manitoba
Second mixture 8:00 am
Throughout the first dough
35 grams of sugar
5 g of honey
13 ml of water
25 egg yolks
90 grams of flour manitoba
2 grams of salt
35 grams of butter
100 grams of chocolate chips
icing
15 grams of egg white
40 grams of sugar
7 grams of almonds

First dough: 
In a bowl put the yeast, water and dissolve well. Then add the sugar, egg yolks and worked for a few minutes. Add the sifted flour and knead until the mixture will be dry and compact. 
Meanwhile, cut the butter into small pieces and let it soften at room temperature. Add it gradually and knead until you absorb all. Put the dough in a bowl covered with plastic wrap and let it rise for about 12 hours.
Second dough:
Add to the mix the honey, sugar, water, egg yolks and begin to work it, then after a while add the sifted flour and salt. Knead until the dough is dry.
Meanwhile, melt the butter and let cool. When you add the dough again be sticky, then knead until it is dry and elastic back . Add the chocolate chips and spilled the dough on the floured work surface , make the folds and let it rest for about 40 minutes.
After the time divide into 6 equal parts. Take each part and divide it into two parts and a cylinder made ​​from these and put it inside the mold, will be the body of the dove. Take the left side , cut it in half , take each through a cylindrical shape and put them into the mold, will be the wings.
Do this with all six pieces of the compound. Now put back to rise for another 12 hours.
Prepare the frosting (if you want to you can prepare before and store it in the fridge until ready to use) in the glass of a mixer put the almonds, sugar and egg white and whisk until the mixture is homogeneous .
When the doves will be leavened distribuitevi over the glaze.
Cuocetere in a preheated oven at 200 ° C for the first 10 minutes, then lower the temperature to 180 ° C for another 25 minutes.

10 pensieri su “Le mie prime (povere) colombe

  1. veronica ha detto:

    Noooo!!!! a me sarebbe venuta una crisi isterica e avrei messo lei in forno!!!! Cara dai non disperare ci saranno altre occasioni per sfornarne altre e poi queste a me piacciono molto.Baci e buon w.e.

  2. Sandra dolce forno ha detto:

    Questa poi !! =_= …ma non esiste proprio!! Il forno è… intoccabile, ecco!! Tu sei stata bravissima, pure troppo!!!
    Le colombe avranno un'altra occasione, senza manacce invadenti, e insomma,è tutta colpa di quella lì !!!
    Un bacione :))

  3. serena ha detto:

    Arianna .. temo che questa nuova ragazza durerà molto meno delle altre .. assurdo davvero. Ma la gente cos ha in testa, le scimmie urlatrici=???

I commenti sono chiusi.