Gelatina sottocoperta e… auguri ai papà!!!

Settimana-lampo. Non trovo altre parole per descrivere questi pochi post di questa settimana.

Ma lo sapete no, sono tornata da Roma e domani si va a Parigi, nemmeno il tempo di una lavatrice!
E se penso a quanto sono in ritardo sulle decorazione per la festa di Cecilia mi prende un colpo!
Vabbè, oggi è un altro giorno di festa quindi non pensiamo ai miei impegni ma dedichiamoci a chi di dovere: i papà!
Qui doppio festeggiamento, uno per il papà che ho in casa, amore incondizionato di mia figlia, a cui dedichiamo questa ricetta, e l’altro è il papà che ho lasciato a Roma con una piacevole sorpresa che scarterà fra qualche ora e che conoscerete fra qualche giorno!
Per mia fortuna ho un marito così sbadato sul tema feste che nemmeno si è accorto dei nostri traffici in cucina, dato che pasticcio spesso con le manine paffute di casa. Quindi stamattina sarà una vera sorpresa, soprattutto perchè abbiamo cercato di fare la gelatina che accompagna i suoi ricordi, quella che gli faceva sua nonna tedesca. Lungi dall’essere uguale a quella almeno anche questa ricetta viene da… una nonna!
E con questo vi lascio e vado a fare i bagagli, ci vediamo fra una settimana e state certi che avrò ancor di più da fare per la festa del nostro scricciolo!

Gelatina sottocoperta – Manuale di Nonna Papera

“Perchè… sottocoperta? Perchè a star sopra, quella mattina del 15 luglio 1588, ci sarebbe stato il rischio di vedersi capitare tra capo e collo una palla. No, non quella! Questa: bum! Teatro dell’azione: la baia di Calais. Personaggi principali: Elisabetta I d’Inghilterra e Filippo II di Spagna. Comparse: 132 fra galeazze, galeoni e galere spagnole. Ma l’invincibile armata ci lasciò le penne, i remi e la sua fino ad allora incontrastata supremazia marinara.
700 gr di mele
50 gr di mandorle sbucciate
un limone
1 lt di acqua
350 gr di zucchero

Preparare lo sciroppo con lo zucchero e l’acqua, aggiungere le mele sbucciate e affettate, con la scorzaa di limone grattugiata, lasciando bollire finchè otterrete una specie di gelatina. Versatela quindi in uno stampo da budino mescolando insieme alle mandorle. Mettete di nuovo sul fuoco per pochi minuti e fate raffreddare. Al momento di servire, capovolgere lo stampo su un piatto.

Ps: per un assaggio veloce ho messo un po’ di gelatina ancora calda nello stampo bundt della happyflex!

Gelatin deck – Manual Grandma Duck 

“Why… deck? Because a star on that morning of July 15, 1588, there would be the risk of having happen between a ball head and neck. No, not that! This: bum! Theatre action: the bay Calais. main Characters: Elizabeth I of England and Philip II of Spain. Appearances: 132 between galleys, galleons and galleys in Spain. But the invincible army left us pens, rowing and its hitherto unchallenged maritime supremacy. 
700 gr of apples 
50 gr blanched almonds 
lemon 
1 liter of water 
350 gr of sugar 
Prepare the syrup with sugar and water, add the apples, peeled and sliced​​, with lemon rind scorzaa, letting it boil until you get a sort of jelly. Then pour it into a pudding mold by mixing together the almonds. Put back on the heat for a few minutes and let cool. When ready to serve, invert the mold onto a plate.

6 pensieri su “Gelatina sottocoperta e… auguri ai papà!!!

  1. veronica ha detto:

    Che bello Parigi !!!! quanti ricordi legati a questa citta', poi i miei cugini francesi mi hanno detto che in questi giorni fa un caldo! Questa gelatina e' fantastica, ricetta segnata. Baci e buon viaggio.

I commenti sono chiusi.