Amore a primo assaggio

Il mio primo ricordo del banana cake è stato il classico colpo di fulmine e dato che qui si inizia a prepararci per San Valentino, cosa ci può essere di meglio di una torta che mi ha fatto battere il cuore?
Lo ammetto, le banane non mi hanno mai fatto impazzire. Sono una delle poche che preferisce mangiarle quando sono verdi che più verdi non si può, e che se potesse arrampicarsi sull’albero per prenderle non le farebbe mai diventare più chiare di un lime. Un po’ come chi la carne la mangia solo al sangue, io sono un’estremista delle banane. Solo di quelle però, il resto della frutta la mangio “come le persone normali”. 
Per fortuna a casa le banane gialle vengono mangiate da marito e figlia che non condividono la mia scelta di colore, addirittura la piccola di casa, che è ghiotta di banane, se vede che ne prendo una io fa la vaga, ma se vede il padre con in mano la giallona è un continuo di “dai un po’, un po’?!” Questione di gusti. Io ancora non mi capacito di come facciano a mangiare una cosa così molliccia. Ma vabbè.
E’ quando le banane sono troppe e iniziano il loro declino sul marrone che mi preoccupo, e ultimamente ho pensato bene di utilizzarle in cucina. Soprattutto quando ho letto che nei dolci si può utilizzare al posto di ogni uovo mezza banana. E dato che ho un marito consuma-uova-in-quantità-mostruose ecco che mi ha salvato la ricetta più di una volta.

Oggi però vi propongo un dolce classico per chi è abituato al sapore della frutta nei dolci. Una torta alla banana, più nota come banana cake. Senza le noci o altra frutta secca. Un tocco di cannella e tutta la bontà delle banane. Mature stavolta!

Banana cake

2 banane
1 uovo
60 gr di burro
60gr di zucchero
100 gr di farina 00
mezzo cucchiaino di cannella
un pizzico di sale
un cucchiaino di bicarbonato
un cucchiaio di aceto
succo di limone q.b.
Schiacciare la polpa delle banane e irrorarle con qualche goccia di succo di limone per non farle annerire. 
In una ciotola mettere il burro e lo zucchero e montare fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere poi l’uovo e il sale. Incorporare le banane e la farina. In un bicchierino far sciogliere il bicarbonato con l’aceto e aggiungerli al composto insieme alla cannella. 
Imburrare uno stampo e versare l’impasto per 2/3; infornare quindi a 180°C per circa 60 minuti.

Banana cake 

2 bananas 
1 egg 
60 grams of butter 
60g sugar 
100 grams of flour 00 
half a teaspoon of cinnamon 
a pinch of salt 
a teaspoon of baking soda 
a tablespoon of vinegar 
lemon juice

Squeeze the pulp of banana and sprinkle with a few drops of lemon juice to prevent them discolouring. 
In a bowl, put the butter and sugar and beat until frothy, then add the egg and salt. Stir in the bananas and the flour. In a short dissolve baking soda with vinegar and add to the mixture with cinnamon. 
Grease a mold and pour the mixture for 2/3; then bake at 180 ° C for about 60 minutes.

9 pensieri su “Amore a primo assaggio

  1. Paola Caratto ha detto:

    Ahaha, anche io odio le banane troppo mature… mi ricordano quell'antibiotico terribile che mi davano da piccola e di cui conservo ancora il trauma! =___= Ti dirò, le banane nei dolci non mi fanno impazzire, ma magari se aggiungessi il cacao alla tua ricetta gli darebbe quella spinta in più 😉

  2. veronica ha detto:

    Mio marito non ama particolarmente le banane e se le deve mangiare le prende verdissime proprio come te. Questa torta mi ispira tantissimo ed e' anche un' ottima idea per camuffarle al maritino.Baci

I commenti sono chiusi.