I biscotti della Brigitta – Manuale di Nonna Papera

Questi biscotti escono dal forno qualche giorno prima dell’appuntamento del venerdì. E il perchè lo saprete solo domani. Invece quello che mi è venuto in mente scrivendo “l’appuntamento del venerdì” è il telefilm “una mamma per amica”, con le loro “cene del venerdì sera”. Sapete, amavo quel telefilm ai tempi dell’università e lo amo di più ora come mamma. E vogliamo parlare di quanto è bella l’idea della locanda?! No vabbè, la smetto altimenti vado avanti per ore e divento noiosa! 
Parliamo dei biscotti. Di questi fantastici biscotti che ci fosse una volta che mi vengono tondi! Penso di avere un problema con la frolla, decisamente la tratto troppo bene! Ho il timore possa succedere chissà quale disastro ogni volta che c’è da unirne due o arrotolarle, come in questo caso.
E quindi? Quindi faccio piano piano e anche quando affetto ci metto così tanto che finisco sempre con lo schiacciare la forma. 
E vabbè. Brigitta non me ne vorrà. Basta che io non tocchi il suo caro Paperone! Che storia poi questa di Brigitta. Una vera zitella che non faceva altro che sfornare leccornie per il suo amato. Roba d’altri tempi. E quando non informava era alle prese con il suo socio nella “premiata ditta Filo e Brigitta” oppure vestiva i panni di una supereroina “Brigittik”, ve lo ricordate? 
Sarà che sono cresciuta a pane e Topolino e tutti i fumetti che ho lasciato a riempire le pareti di casa dei miei genitori ne sono una prova! Sono stata una fedele abbonata da quando ho iniziato a leggere fino al mese del mio matrimonio. E con mio padre facevamo le caccie ai fumetti degli anni precedenti, quelli di quando non ero ancora nata! 
Ok, basta chiacchiere che oggi vi ho davvero rimbambito, vi lascio la ricetta ^^

I biscotti della Brigitta – Manuale di Nonna Papera

“Eccovi qualche particolare: le prime notizie di un popolo svedese si riferiscono al VI secolo e sono state date da Tacito. Tra i veri re che si sono succedutii, menzione merita Carlo XII, il più battagliero: trascinò il suo popolo in una serie di guerre interminabili contro la Russia. Figuratevi che nel 1709, dopo la scnfitta della Poltawa, il suo esercito in ritirata fu fermato da una immensa cortina di cavallette. Almeno così dicono.”

gr 120 di burro
gr 75 di zucchero al velo 
una bustina di zucchero vanigliato
un uovo
gr 200 di farina
un pizzico di sale 
qualche cucchiaio di cacao

Fate la pasta, lasciando da parte l’albume, dividetela in due parti e a una delle dua aggiungete il cacao e 2 cucchiai di latte. Fate due palle e lasciatele riposare per mezz’ora al fresco. Riprendetele, e tiratele separatamente formando un quadrato largo circa cm 20 e spesso circa mezzo. Sovrapponete il quadrato bianco a quello nero e arrotolate il tutto come un salame, piuttosto strettamente, lasciando al fresco un’altra ora. 
Affettate il “salame”: ciascuna fettina sarà un biscotto, che va messo sulla lastra imburrata del forno. Lasciateli cuocere a 170° circa per 10 minuti (io li ho cotti per 20), poi toglieteli dal forno, spennellateli immediatamente col bianco d’uovo sciolto con un po’ d’acqua, e inzuccherate. Pazienza, lasciateli almeno raffreddare!

The cookies Brigitta – Manual Grandma Duck

” Here are some details : the first news of a Swedish people refer to the sixth century and have been given by Tacitus . Among the true kings who have succedutii , deserves mention Charles XII , the most combative : dragged his people into a series of endless wars against Russia. Consider that in 1709 , after the scnfitta of Poltava and his retreating army was stopped by an immense curtain of locusts. least so they say. “
120 grams of butter
75 grams of icing sugar
a sachet of vanilla sugar
an egg
200 grams of flour
a pinch of salt
a few tablespoons of cocoa

Make the dough , leaving aside the egg whites , divide it into two parts and one of the dua add the cocoa and 2 tablespoons milk . Take two balls and let it rest for half an hour to cool. Reprove them , and pull them apart forming a square about 20 cm wide and often about half . Overlap the white square in the black and roll the whole thing up like a sausage , rather tightly, leaving it to cool for another hour .
Slice the ” salami ” : each slice will be a cookie , which is placed on the plate of buttered oven . Let them bake at 170 degrees for about 10 minutes ( I have them cooked for 20 ), then remove them from the oven, immediately brush them with egg white loose with a little ‘ of water, and sweetened . Patience, let them cool!

8 pensieri su “I biscotti della Brigitta – Manuale di Nonna Papera

  1. elenuccia ha detto:

    Anche io e mio fratello eravamo dei grandi appassionati di Topolino. Anche perchè piaceva tanto anche a nostro padre quindi facevamo comunella e lo compravamo sempre.
    Questi biscotti non saranno proprio tondi ma sicuro che sono buoni 🙂 la forma non ha molta importanza

I commenti sono chiusi.