Gli shortbread del festival del whiskey

Shortbread. Amore e odio. Amore perchè si sa, sono buonissimi! Odio proprio perchè sono così buoni che ne mangeresti a vagonate ma non puoi perchè, diciamocelo, non è che siano i biscotti più leggeri del mondo, no?
La storia di questi shortbread inizia un freddo (ma che dico freddo, freddissimo!) we di qualche settimana fa, quando qui a Milano ho avuto la malsana idea di seguire mio marito al festival del whiskey. Ora, voi lo sapete, io sono astemia, e in quel momento l’idea che potevano esserci solo banchi con cose da bere non mi era passata per la testa. Ho solo pensato a “fiera-regali-natale”.
Sbagliato.
Arriviamo lì ma parcheggiamo lontanissimo, per fortuna il cecio era nel passeggino perchè non mi sentivo le dita e mai ce l’avrei fatta a portarla in braccio (dite che poteva camminare? Nooo, con il freddo che faceva e al passo di Cecilia arrivavamo congelate!) e considerando che fuori di casa vuole stare solo in braccio a me proprio no, mai senza passeggino! 
Ok, dopo aver ripreso la circolazione nel bel teporino dell’albergo dove era allestito il festival entriamo, non senza aver pagato il per me troppo caro biglietto ed esserci muniti di bicchiere apposito. Con tanto di portabicchiere da appendere al collo, ma stendiamo un velo sull’immagine che mi ha dato quel sacchettino.
Il primo banco che adocchio è uno di biscotti! Felicissima e convinta che chissà quante altre cose avrei trovato in mezzo al whiskey proseguo… per scoprire un banco di cioccolata e… basta! Tutti stand alcolici. Che delusione! La mia sola però, mio marito era al settimo cielo!
Io e Cecilia abbiamo passato il pomeriggio sedute sulle potroncine a mangiare biscotti (e cioccolata). Il prossimo anno? Mai e poi mai! 

Dato che mi sono abbuffata di questi buonissimi biscotti tipici scozzesi, ho voluto rifarli, anche perchè sono davvero così buoni e burrosi che uno tira l’altro!

Shortbread

250 gr di burro
125 gr di zucchero
125 gr di farina di mandorle
sale
In una ciotola versate le due farine, lo zucchero, il burro tagliato a pezzetti e il sale. Riducete poi il composto in un panetto schiacciato, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo in frigorifero per un’ora. Nel frattempo foderate con carta forno una teglia.
Tirate fuori il panetto dal frigorifero e tagliarlo a rondelle. Disporre i biscotti sulla teglia bucherellandoli con i rebbi di una forchetta e infornateli per circa 30 minuti a 180°C. Una volta freddi, potete servire gli shortbread.

Shortbread

250 grams of butter
250 grams of wheat
125 grams of sugar
125 grams of almond flour
salt

In a bowl, pour the two flours, sugar, butter cut into small pieces and salt. Then reduce the mixture into a loaf crushed, wrap in plastic wrap and leave in the fridge for an hour. Meanwhile a baking sheet lined with parchment paper.
Roll out the dough from the refrigerator and cut it into slices. Arrange the cookies on the baking sheet bucherellandoli with the tines of a fork and bake for about 30 minutes at 180 ° C. Once cool, you can serve the shortbread.

4 pensieri su “Gli shortbread del festival del whiskey

  1. veronica ha detto:

    Hai ragione cara in queste fiere solo di alcool si parla ma per evitare di uscire brilli dovrebbero mettere vagonate di cibo. comunque questi biscottoni sono una delizia, ci credo che uno tira l'altro.Bacioni.

I commenti sono chiusi.