Pesche del Volga – Manuale di Nonna Papera

Non so voi come state vivendo questo quasi autunno ma qui ha iniziato a fare un freddo cane! Tutto per colpa di un acquazzone di quelli con tanto di tuoni, fulmini e buio alle 2 del pomeriggio. Roba da matti! All’improvviso avevo voglia di cioccolata calda e di un caminetto acceso! Ma ahimè, la casa con il camino ancora è vuota, la cioccolata con quel tempaccio proprio non mi andava di andarla a comprare (parentesi: parlo del cacao da sciogliere, cosa credete che mi accontento di quella del bar?? Però il mio è già stato inscatolato!!!) e quindi… nonna papera aiutaci tu!
E dato che sotto sotto è ancora estate e approfittando delle pesche (e della piccola che dorme, come facevo a tenerla lontana dalle pesche solo “per un paio di cucchiaini di vodka”??) ecco qui un’altra ricetta che è stata approvata a pieni voti!
Dunque ieri ho trascorso buoni 15 minuti a godermi questa frutta dolce e leggermente alcolica, poi però sono crollata sul divano! Ma d’altronde, da un’astemia come me… cosa vi aspettavate?

Pesche del Volga – Manuale di Nonna Papera

“Il Volga, anticamente chiamato Rha, è un fiume russo ed è il più lungo d’Europa. Nasce là in su le alture dei Valdai, attraversa il bassopiano sarmantico e la depressione caspica (cioè le pianure centrosettentrionali e orientali) della Russia e riceve numerosi affluenti. A questo punto…. ehi, ma non è mica l’ora di geografia questa! Siamo persone serie e perciò… mano alle pentole! E si porti il dessert!”
qualche bella pesca gialla
zucchero
qualche cucchiaino di vodka

Lavare e asciugare molto bene le pesche. Tagliatele a metà e togliete, con delicatezza, il nocciolo. Cospargete su ogni metà un cucchiaino o due di zucchero e versare al centro un mezzo cucchiaino di vodka.

Volga peaches – Grandma Duck

“The Volga, called Rha, is a Russian river and is the longest in Europe. Was born there in the heights of the Valdai, crossing the plains and the central-eastern Russia. At this point …. hey, this isn’t geography time! We are serious so… hand the pots! And you’ll bring the dessert!”
some nice yellow peach
sugar
a few teaspoons of vodka
Wash and dry peaches. Cut them in half and remove, gently, the core. Sprinkle each half of a teaspoon (or two) of sugar and pour a half teaspoon of vodka in the center.

11 pensieri su “Pesche del Volga – Manuale di Nonna Papera

  1. serena ha detto:

    ciao Arianna!!! Sei un mito, riesci a pubblicare persino con il trasloco in corso!! A che punto siete?! cmq sappi che quest'estate, dopo pochi sorsi di un "sex on the beach" mi girava già la testa .. 🙁 un abbraccio e buona giornata ..

I commenti sono chiusi.