Meringata al limone

Che week end sarebbe senza dolce? Non sarebbe, semplicemente.
Non so voi ma io ho l’abitudine di svegliarmi prima di tutti e preparare qualche dolce speciale per iniziare la giornata bene. E poi se marito e pupa si svegliano per il profumo di forno e poi trovano un dolce caldo in tavola… bhè, il loro sorriso mi ricompensa dell’ora di sonno tolta.
Oggi vi voglio portare in quello strano mondo della meringata al limone. Un dolce che ha bisogno di due giorni di preparazione o almeno un giorno intero. Eh sì, tutta colpa dell’interno che deve rassodarsi bene in frigorifero almeno 4 ore quindi, di solito, si prepara il giorno prima e poi si lascia la notte in frigo e si continua con la meringa il giorno dopo.
Questo è stato portato in tavola due giorni fa, per ospiti a cena, e ne è rimasto ancora un pezzetto che ci finiremo a pranzo.
Ha solo un punto a suo sfavore: dopo una cena bella abbondante, ti mette davvero ko!!

Ingredienti:
– 100 gr di burro
– 180 gr di biscotti
– 300 gr di philadelphia
– 60 gr di zucchero
– 2 tuorli
– succo di limone polenghi (o succo di 1 limone)
– 25 gr di maizena
– 50 ml di latte
– 50 ml di panna fresca liquida
– 4 albumi

– 250 gr di zucchero
– 100 ml di acqua
Procedimento:

Mettere i biscotti secchi nel mixer, sminuzzarli e metterli in una ciotola aggiungendo a poco a poco il burro sciolto. Imburrare una tortiera e versate all’interno i biscotti compattandoli con l’aiuto di un cucchiaio. Far raffreddare il composto in frigorifero per almeno mezz’ora. 

In una ciotola versare il Philadelphia, i tuorli, la maizena, il latte e lo zucchero e amalgamare tutto per bene aggiungendo il succo di limone e la panna. 
Tirare fuori dal frigorifero la tortiera e versare questo composto, poi infornare a 180°C per 45 minuti. 
Dopo la cottura far raffreddare a temperatura ambiente poi riporla in frigorifero per almeno 4 ore.
In un pentolino fare scaldare lo zucchero coprendolo con l’acqua e aspettate che raggiunga i 121°C. Nel frattempo montare gli albumi a neve. 
Una volta che lo zucchero avrà raggiunto la temperatura aggiungerlo a filo degli albumi  e continuare a montare fino al completo raffreddamento della meringa.
Una volta che la torta è ben rassodata, decorare la superficie con la meringa preparata facendo dei ciuffi con un cucchiaio o con una sac à poche. Poi mettere la torta in forno con funzione grill alla massima potenza per 2 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest Get An AID in the KITCHEN del blog Cucina di Barbara

12 pensieri su “Meringata al limone

  1. veronica ha detto:

    Ma che bella che ti e' venuta io non l' ho mai fatta per timore che la meringa non venisse bene. Provero' con la tua ricetta. Baci

  2. Barbara Lechiancole ha detto:

    me ne servirebbe una bella fetta per riequilibrare il calo di zuccheri che ho!
    Grazie mille per la tua terza bellissima ricetta, ti ho appena inserita e ti faccio un grande in bocca al lupo!

  3. Ago ha detto:

    E' bellissima questa ricetta, adoro le torte meringate, ma quella al limone rimane in assoluto la mia preferita! Un bacione Arianna 😀

I commenti sono chiusi.