Risotto alla birra

Dal ritorno del padre Cecilia è iperattiva. Vuole stare sveglia fino a tardi e godersi ogni minuto con il papà, vuole stare sempre e solo in braccio al papà, vuole che a dargli la cena sia lui, vuole toccargli in braccio quando cena lui. In parole povere gli è mancato. E anche tanto. E’ quindi in piena “papite”, meno male che la mattina dopo il latte crolla addormentata altrimenti sai i pianti quando mio marito esce di casa? 
Ma, dato che non solo alla pupa di casa, ma anche alla sua mamma le è mancato l’uomo di casa, ecco che compaiono sulla tavola dei piatti fatti pensando più ai suoi gusti che ai miei.
E dopo lo stinco alla birra, che ha avuto un enorme successo, tanto da essere chiesto più e più volte, stavolta ho voluto adattare la ricetta a un risotto.
Il risultato? Buonissimo! Provare per credere!

Ingredienti:
– 200 gr di riso
– 1/2 litro di birra chiara (io menabrea)
– 1 carota
– 1 sedano

– guanciale
– 1 spicchio di aglio

– erbette ( io rosmarino, salvia, timo e alloro)
– bacche di ginepro
– olio evo
– sale
– pepe
Procedimento:

Pestare in un mortaio il pepe e le bacche di ginepro. Tagliare a tocchetti carote, sedano e guanciale. 

Riscaldare in una pentola l’olio, le erbe, le spezie pestate, l’aglio, le carote e il sedano. Far rosolare bene per qualche minuto, poi unite la birra, il riso, e lasciare andare un paio di minuti a fuoco vivace. Salare e pepare.
Mettere il coperchio e abbassare la fiamma e continuare a mescolare fino alla cottura del riso.

8 pensieri su “Risotto alla birra

I commenti sono chiusi.