Omogeneizzato home made

Considerando che fra due giorni la mia piccola compie il suo primo anno oggi sono di ricordi. Ricordo quando è nata, con i piedini e la manine tutte blu, ricordo che l’hanno portata nella stanza accanto, con il padre e non so quali medici, e me l’hanno riportata involtata in quella che sembrava carta stagnola. Ricordo le prime notti in ospedale, quando si addormentava solo sul petto del papà. Ricordo il ritorno a casa, i mille parenti in visita e il mio non poterne più e non vedere l’ora di tornare a Milano. Ricordo quel primo viaggio, i primi giorni da sole a casa nostra, la tranquillità e come abbiamo imparato l’una dall’altra.
Ricordo la sua voglia di conoscere ciò che la circondava, la sua voglia di mangiare, i suoi primi assaggi di qualcosa di diverso dal latte di mamma. E fra i ricordi penso a come piano piano si è abituata ai sapori più o meno forti, più o meno speziati.
E mi sono accorta solo oggi che non avevo mai scritto la ricetta dei miei omogeneizzati di carne fatti in casa.
E considerando che li faccio da 6 mesi direi che è giunto il momento di metterla!

Procedimento: 
Metto una foglia di alloro o un po’ di timo (o qualche altra erba aromatica a piacere) nell’acqua di cottura, posiziono la carne (coniglio o pollo o tacchino o manzo o agnello) nel cestello a vapore, insieme a una patata (gialla o americana). Calcolo tra i 5-10 minuti di cottura in base alle dimensioni del taglio di carne. Poi si frulla tutto e si mette via. Una porzione da mangiare subito, le altre si possono congelare.

4 pensieri su “Omogeneizzato home made

I commenti sono chiusi.