Risotto ai frutti di mare

La bellezza del fine settimana è che ho più tempo da dedicare alla spesa quindi mi faccio sempre un bel giro per il mercato e spesso trovo certe delizie che non si possono proprio lasciare! Come il pesce, a chi non viene voglia di comprarlo quando è fresco??

Risotto ai frutti di mare

Ingredienti (2per):
– 100 gr di vongole
– 100 gr di cozze
– 100 gr di gamberetti
– 100 gr di polipo
– 100 gr di calamari
– 200 g di riso
– 1l di brodo vegetale
– 1/2 bicchiere di vino bianco secco
– olio d’oliva
– 1 spicchio di aglio
– peperoncino
– prezzemolo

Procedimento:
Far soffriggere in un largo tegame l’olio, l’aglio e il peperoncino.
Come l’aglio si è imbiondito unire i frutti di mare e saltarli per 5 minuti.
Unire un po’ di brodo, salare, aggiungere il riso e farlo tostare, unire il vino e farlo evaporare.
Aggiungere il resto del brodo mescolando di tanto in tanto.
Circa 2 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unire il prezzemolo.

Melanzane ripiene al tonno

Quanto lo odio questo mio forno!!!! Devo decidermi a cambiarlo una buona volta!
Ero così felice di aver fatto le melanzane ripiene e invece mi si sono bruciacchiate sopra! Però erano molto buone.

Melanzane ripiene al tonno

Ingredienti (2per):
– 2 melanzane
– 150 gr di tonno
– prezzemolo
– olio
– sale
– pepe
– pangrattato
– aglio

Preparazione:
Lavare le melanzane, tagliarle a metà e svuotarle a barchetta.
Tagliare la polpa e a dadini e metterla in una padella con l’aglio e l’olio e farla cuocere coperta con un po’ d’acqua.
Quando è tenera  in una ciotola mesolare il tonno, il prezzemolo sminuzzato e la polpa della melanzana, regolare di sale e pepe, amalgamare il tutto e farcire le barchette di melanazana.
Disporre le melanzane ripiene su una teglia e spolverarle con pangrattato e prezzemolo. Condire con olio e far cuocere in forno preriscaladato a 180°C per circa 40/45 minuti.

Minestra patate e carote

Con un mal di stomaco forte come quello che avevo ieri non mi andava proprio di mettermi ai fornelli però qualcosa dovevo assolutamente preparare (soprattutto per mio marito!) quindi ho optato per una minestrina delicatissima di patate e carote.

Minestra patate e cartote

Ingredienti (2per):
– minestrina
– 2 carote
– 300 gr di patate
– 1 dado
– 750ml di acqua
– pepe
– olio
– 1/2 cipolla
– parmigiano

Preparazione:
Mettete su l’acqua con il dado e portate ad ebollizione, nel frattempo scaldare l’olio con la cipolla e cuocere a fuoco basso finchè la cipolla non si è ammorbidita. Aggiungere carote e patate tagliate a tocchetti, aggiungerle al brodo e lasciare a fuoco basso per 20 minuti. Aggiungere la minestrina, rispettare il suo tempo di cottura e aggiustare di sale e pepe.
Servire con abbondante parmigiano e pepe.

Castellane alla crema di melanzane

Le melanzane, queste grosse verdure che riempono il cestello del frigo, sono tanto buone quanto ingombranti! Spesso per fare “spazio” ne faccio una crema che utilizzo su varie pietanze, come questa pasta!

Castellane alla crema di melanzane

Ingredienti (4per):
– 250gr di pasta corta
– 1 melanzana
– 50gr di burro
– prezzemolo
– cipolla
– sale
– pepe
– parmigiano grattugiato

Procedimento:
Lavate e tagliate la melanzana a dadini. Mettere in un tegame burro, cipolla tritata, melanzana e cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti. Unire il parmigiano, salare, pepare, lasciare cuocere per qualche minuto e poi frullare il tutto insieme al prezzemolo.
Cuocete la pasta, scolarla e saltarla in padella con la crema ottenuta.
Servire con un po’ di pepe macinato.

Risotto al limone

L’unica cosa che mi piace di quando sono a letto malata è il riso in bianco con un pò di limone… certo, non è molto saporito, ma ha un gusto che mi riporta indietro negli anni e mi fa sentire subito meglio!
Non potendo farlo se non quando c’è un ammalato in casa ecco la ricetta più “raffinata” e saporita del riso al limone!

Risotto al limone

Ingredienti (4per):
– 300 g di riso
– 1/2 bicchiere di vino bianco
– 1lt di brodo vegetale
– parmigiano q.b.
– burro
– scorza di 1 limone
– succo di 12 limone

Procedimento: 
Mentre lavate e spremete il succo del 1/2 limone e grattugiate la parte gialla della buccia, portate ad ebollizione il brodo.
In una padella alta sciogliere il burro e unire il riso, tostandolo per circa 3 minuti.
Irrorate il composto con il succo di limone, il vino bianco e lasciate evaporare. Mescolate e cuocete per il tempo di cottura del riso, aggiungendo il brodo e unite la buccia di limone grattugiata.
A cottura ultimata, spegnete il fuoco, mantecate con una noce di burro, abbondante parmigiano e pepe.

Spezzatino in umido con zucchine

Il weekend è sinonimo di sperimentazione ai fornelli ma quando arriva l’ora di cena della domenica non si ha così tanta voglia di mettersi ai fornelli (anche se si è riposati nel weekend…) e quindi perchè non lasciar fare la cena alla pentola a pressione??

Spezzatino in umido con zucchine

Ingredienti (2per):
– carne di maiale
– farina
– burro
– 1/2 bicchiere di vino biancoo
– brodo
– sale
– pepe
– 1 bicchiere di latte
– 4 zucchine

Procedimento:
Tagliate in pezzi non troppo grandi la carne, poi passatela nella farina.
Metteteli con il burro a rosolare in pentola a pressione senza coperchio.
Aggiungete il vino bianco e lasciatelo evaporare, poi aggiungete brodo, sale, pepe, latte, le zucchine tagliate e poi chiudete la pentola a pressione ed al sibilo abbassate il fuoco e fate cuocere per 25-30 minuti.

Ravioli al nero di seppia ripieni di salmone al burro e salvia

Quando si ha un bel raviolo dal sapore molto forte io penso non ci sia niente di meglio che esaltare il suo sapore con un condimento molto leggero.

Per questa ricetta, al posto di preparare un condimento al salmone che sì, sarebbe stato un ottimo accompagnamento per il ripieno dei ravioli ma a discapito del nero di seppia, ho pensato di fare un sughetto molto delicato che si è rivelato un’accoppiata vincente per tutto il raviolo!

Ravioli al nero di seppia ripieni di salmone al burro e salvia

Ingredienti (2 per): 
– 250 gr di ravioli
– 50 gr burro
– 4 foglie di salvia
– sale

Procedimento:
Mentre si  fa cuocere in abbondante acqua salata i ravioli, preparare in una padella il condimento  facendo imbiondire il burro con tre foglie di salvia sminuzzate. Scolare i ravioli e condirli con il sugo.

Ossibuchi con carote

Da piccola ogni volta che mia madre preparava gli ossibuchi era una vera festa per me, li adoravo e spesso mi mettevo a giocare sulla soglia della cucina per sentirne il profumo man mano che cuocevano… per questo quando sono io a cucinarli ci metto dentro il cuore e… tutto quello che ho imparato da mia madre!

Ossibuchi con carote

Ingredienti (2per):
– 2 ossibuchi
– 1 scalogno
– 2 carote
– 1l di brodo
– 50gr di burro
– farina
– 1 bicchiere di vino bianco
– 150ml di passata di pomodoro
– olio
– pepe
– sale

Procedimento:
Tritate  finemente la cipolla e le carote, mettete il burro in una padella e lasciatela, a fuoco lento, fate appassire cipolla e verdure per circa 15 minuti. Nel frattempo infarinare gli ossibuchi e fateli rosolare da entrambi i lati bagnandoli con un bicchiere di vino bianco. Lasciare evaporare il vino, aggiungere il brodo e la passata di pomodoro.
Cuocere, sempre a fuoco lento, per un’ ora e mezza, coprendo con un coperchio, se necessario di tanto in tanto durante la cottura aggiungere un pò di brodo.

PS:
Se volete velocizzare il tempo di cottura potete cuocere gli ossobuchi in pentola a pressione; dopo averli fatti rosolare basta ricoprirli di brodo e calcolare 20 min dal sibilo!

Mousse al cioccolato

Non c’è niente di meglio di un bel dolce per finire un pasto in allegria e… piacevolmente!
Questa volta mi sono cimentata con la mousse di cioccolato che ho fatto ieri mattina e gustato poi a cena!

Mousse al cioccolato

Ingredienti:
– 200gr. di cioccolato fondente
– 5 bianchi d’uovo
– un cucchiaio di zucchero a velo
– acqua

Procedimento:
Sciogliere il cioccolato a fuoco lento con qualche cucchiaio di acqua, lasciarlo sciogliere e nel frattempo montare a neve i bianchi d’uovo.
Togliere dal fuoco il cioccolato e incorporarlo al bianco d’uovo aggiungendo un cucchiaio di zucchero a velo. Metterla nel frigo a solidificare per alcune ore.
Servirla in piccoli bicchierini o coppette e per guarnire potete usare panna, granella o cannella, a seconda dei propri gusti!

Con questa ricetta partecipo al contest di Contest Cinema - Cook and the City

Zuppa di lenticchie

Inverno è sinonimo di zuppa e, viste le offerte sulle lenticchie dopo capodanno, perchè non approfittarne??

Zuppa di lenticchie

Ingredienti (4 per):
– 500 g di lenticchie
– 1 l di brodo vegetale
– 1/2 cipolla
– 1 carota
– 2 pomodori
– olio
– peperoncino
– sale
– parmigiano
– pane bruscato

Procedimento:
Immergete le lenticchie in acqua e lasciarle riposare per almeno 10 ore.
Tritate la cipolla e la carota e fateli appassire in un po’ di olio e peperoncino, aggiungete i pomodori sbucciati e a cubetti, salate e fate cuocere per circa 5 minuti.
Versate le lenticchie sul soffritto, aggiungere il brodo e fate cuocere a fuoco moderato per un’ora e mezzo.
Da servire su del pane bruscato con una bella spolverata di parmigiano sopra.

Consiglio:
In alternativa si può usare la pentola a pressione, in questo caso bastano 15 minuti dal fischio.